Covid ultime 24h
casi +13.902
deceduti +318
tamponi +184.684
terapie intensive +95

Vaccino, Pfizer dimezza le dosi: in Sardegna si blocca la campagna anti-Covid

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 18 Gen. 2021 alle 18:16 Aggiornato il 18 Gen. 2021 alle 18:21
27
Immagine di copertina

Da oggi in Italia e in altri Paesi europei si riducono le consegne dei vaccini anti-Covid prodotti da Pfizer: l’azienda ha annunciato il taglio di quasi 165mila dosi questa settimana per il nostro Paese, ufficialmente a causa dei lavori di potenziamento dell’impianto di Puurs, in Belgio. La distribuzione del danno delle 164.970 dosi mancanti desta preoccupazione perché non è proporzionale per ciascuna Regione italiana. La Sardegna, per esempio, è una di quelle regioni che sta subendo le peggiori conseguenze.

La Pfizer ha dimezzato le dosi di vaccino contro il Coronavirus destinate alla Sardegna e la Regione ha dovuto sospendere la campagna vaccinale, finora limitata – in base alle priorità indicate a livello nazionale – agli operatori sanitari, residenti e personale delle Rsa. Sono poco più di settemila le dosi che dovrebbero arrivare oggi, invece che oltre 14 mila. “Abbiamo dovuto sospendere la campagna vaccinale così come è stata programmata”, ha spiegato all’AGI l’assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu. “Somministreremo solo le seconde dosi”.

Il Codacons ha presentato un esposto alle Procure della Repubblica di Cagliari, Sassari, Nuoro, Oristano e Tempio Pausania contro la decisione “unilaterale” di Pfizer di tagliare la produzione dei vaccini anti-Covid e “ritardare in modo arbitrario le consegne delle dosi destinate alla regione”.

L’esposto è stato anche inviato anche all’Antitrust Europeo, per la possibile fattispecie di abuso di posizione dominante. Nella denuncia dell’associazione alle Procure della Sardegna si legge che “il momento storico che la collettività è chiamata a vivere è caratterizzato da una grande preoccupazione relativa alle iniziative intraprese ed adottate dal Governo e dall’Unione Europea per superare il lockdown e la fase post-Covid, in particolare per dare attuazione alla strategia per accelerare lo sviluppo, la fabbricazione e la diffusione di vaccini contro il coronavirus – scrive l’associazione – In questo quadro di valutazioni diversi interrogativi si starebbero sollevando alla luce di quanto riportato prepotentemente alla ribalta dai media, sulla condotta e operato della Pfizer”.

Leggi anche: 1. Forlì, 800 dosi di vaccino perse per un guasto: i Nas sequestrano il frigorifero-congelatore dell’ospedale /2. Tutti i numeri dei vaccini in Europa: ecco perché alcuni Paesi sono più efficienti di altri /3. Vaccino, nelle prossime settimane ritardi in consegne Pfizer a Paesi Ue. Von der Leyen: “Ci aspettiamo che calendario venga rispettato”/4. L’assessore alla Sanità del Lazio a TPI: “Siamo primi con i vaccini perché da noi non esistono ferie né domeniche”

27
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.