Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:34
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Un milione e mezzo di lombardi non hanno nemmeno prenotato la prima dose del vaccino

Immagine di copertina
Credit: ANSA/ LOMBARDIA NOTIZIE

I fantasmi del vaccino in Lombardia sono il 17 per cento della popolazione vaccinabile della regione. Tra questi la quota più alta tra i 50 e i 60 anni, tra le categorie più a rischio

Un milione e mezzo di lombardi non hanno nemmeno prenotato la prima dose del vaccino. È quanto emerge dal confronto dei dati della platea Istat con quelli delle adesioni alla campagna vaccinale riportato da Repubblica. In Lombardia, quindi, il 17% dei circa 9 milioni di cittadini sopra i 12 anni è totalmente fuori dai radar delle vaccinazioni anti Covid.

La quota più alta tra i 50 e i 60 anni, tra le fasce d’età più a rischio

Nel dettaglio sono 286mila 50enni che non risultano prenotati alla prima dose del vaccino e oltre 180mila 60enni, rispettivamente il 17 per cento e il 14 per cento degli aventi diritto alla loro dose di Pfizer, Moderna (o anche Johnson e Astrazeneca, se sopra i 60). In totale, sono 466mila i nati fra gli anni Cinquanta e Sessanta, che in Lombardia ancora non hanno prenotato l’appuntamento per la somministrazione del vaccino anti Covid. Tra i 40enni emerge il 21% di defezioni per ora, cioè oltre 307mila. Tra i 30enni, mancano all’appello 239mila. Di 20enni ne mancano relativamente pochi, sono 160mila quelli che ancora devono fare il vaccino. Tra i giovanissimi invece all’appello ne mancano oltre 207 mila, un terzo degli aventi diritto.

La campagna vaccinale in Lombardia

Uno su 4 è vaccinato in Lombardia” dice all’Adnkronos Guido Bertolaso, coordinatore per la campagna vaccinale lombarda, commentando i dati relativi alle vaccinazioni, che vedono la Lombardia al top per le dosi somministrate. “La macchina funziona e non smetterà di farlo nemmeno a Ferragosto – sottolinea Bertolaso -. È un risultato di squadra, ma ancora tanto c’è da fare, il vaccino è un’arma che funziona contro il Covid e i dati della Lombardia lo dimostrano”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / A Roma i funerali di Piero Angela, il figlio Alberto: "Mi ha insegnato a non avere paura della morte"
Cronaca / Plastica nei wurstel e vetro nel tiramisù: ritirati due prodotti dai supermercati
Cronaca / Brescia, bambino ferito da un proiettile esploso da una guardia giurata: è in gravi condizioni
Ti potrebbe interessare
Cronaca / A Roma i funerali di Piero Angela, il figlio Alberto: "Mi ha insegnato a non avere paura della morte"
Cronaca / Plastica nei wurstel e vetro nel tiramisù: ritirati due prodotti dai supermercati
Cronaca / Brescia, bambino ferito da un proiettile esploso da una guardia giurata: è in gravi condizioni
Cronaca / Aumentano i femminicidi in Italia: nell'ultimo anno uccise 125 donne
Cronaca / Vende aria di mare in barattolo, la trovata di un universitario di Porto Cesareo fa impazzire i turisti
Cronaca / Isola d’Elba, ritrovata viva la figlia dell’ex-super poliziotto Pippo Micalizio
Cronaca / Venezia, bimba di un anno e otto mesi muore travolta dall’auto del padre in retromarcia
Cronaca / Ferragosto, la preghiera di Papa Francesco: “I potenti del mondo destinati a rimanere a mani vuote”
Cronaca / La Sapienza di Roma unica università italiana tra le prime 150 del mondo
Cronaca / Follia a Padova, cliente dà in escandescenza perché non gradisce il menù: spacca la sedia su una cameriera