Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:05
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Uccisa da un batterio carnivoro mentre passeggia in spiaggia

Immagine di copertina
La foto della donna riportata da Fox 35. A destra la ferita infettata dal batterio carnivoro.

Uccisa da batterio carnivoro mentre passeggia in spiaggia – Lynn Fleming è stata uccisa da un’infezione provocata da un batterio carnivoro che l’ha attaccata mentre passeggiava in riva al mare. Il batterio l’ha infettata sulla spiaggia di Coquina Beach, in Florida.

Secondo quanto riportato da Fox 35 News la donna è caduta e si è procurata un piccolo taglio sulla gamba. Il batterio è riuscito così a infettare con facilità la ferita.

I familiari non hanno dato troppo peso all’incidente. “Non posso credere a quello che è successo, è avvenuto tutto troppo rapidamente. Appariva come un piccolo taglio ma non riuscivamo a farlo smettere di sanguinare”, dichiara il figlio Wade.

Lynn si è recata dal medico solo qualche giorno dopo e il medico le ha subito prescritto degli antibiotici. Ma le cure non sono state sufficienti.

Il giorno successivo la donna è stata ritrovata priva di coscienza nella sua casa e il 27 giugno ha perso la vita. I medici le hanno diagnosticato una fascite necrotizzante, una rara infezione che attacca velocemente i tessuti sottocutanei.

I familiari sono alla ricerca delle cause della morte e vogliono denunciare la presenza di questi batteri. “La sua gamba era rossa, gonfia, le è venuta una febbre molto alta. C’erano tutti i segni di un’infezione batterica, bastava prendere le giuste precauzioni”.

Lynn amava molto quella spiaggia, secondo quanto dichiarato dai familiari, amava passeggiare per ore e rimanersene seduta ad ammirare l’Oceano.

“Purtroppo la sua amata spiaggia l’ha uccisa, è morta in un assurdo incidente”, aggiunge ancora il figlio.

Il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie negli Stati Uniti assicura che una volta contratta l’infezione questo tipo di batterio può uccidere una persona su tre. A partire dal 2010, riferisce il Centro, sono stati registrati tra i settecento e gli 1.200 casi di questo tipo.

Dopo avere mangiato sushi, gli amputano la mano: “Infezione da pesce crudo”
Batterio killer uccide 12 persone in Inghilterra: “Epidemia in corso”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Falcone star di TikTok”: i video sul magistrato antimafia ricevono oltre 140mila visualizzazioni sul social dei 20enni
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Falcone star di TikTok”: i video sul magistrato antimafia ricevono oltre 140mila visualizzazioni sul social dei 20enni
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Cronaca / Bambino morto all’asilo, la proprietaria dell’auto: “Sono sicura di aver inserito la marcia, il freno a mano non ricordo”
Cronaca / Identificato allo Spallanzani di Roma il primo caso in Italia di vaiolo delle scimmie
Cronaca / I buchi nelle indagini sulla strage di Capaci: quelle tracce mai seguite
Cronaca / Rimorchiatore affonda al largo di Bari, 5 morti: “Capitano trovato vivo su una zattera”
Cronaca / Il pm Tescaroli a TPI: “Sulla strage di Capaci presunti interessi esterni a Cosa nostra”
Cronaca / Falcone e quelle indagini naufragate su Mattarella e Gladio
Cronaca / ESCLUSIVO TPI: Falcone spiato da apparati dello Stato durante l’interrogatorio (finora ignoto) a Licio Gelli