Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:27
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Stadio della Roma: in 12 rinviati a giudizio, tra cui anche l’imprenditore Luca Parnasi

Immagine di copertina

Il processo avrà a inizio il prossimo 5 novembre

Stadio Roma: 12 rinviati a giudizio. C’è anche Parnasi

Dodici rinviati a giudizio nell’ambito del filone principale dell’inchiesta sul nuovo Stadio della Roma.

Lo ha stabilito il gup Di Lauro. Tra coloro che dovranno andare a processo vi sono l’imprenditore Luca Parnasi, l’ex vicepresidente del Consiglio della Regione Lazio di Forza Italia, Adriano
Palozzi, Michele Civita, ex assessore regionale del Partito Democratico, e il soprintendente ai beni culturali, Francesco Prosperetti.

Il dibattimento avrà inizio il prossimo 5 novembre, davanti ai giudici della ottava sezione penale.

Tra i reati contestati agli imputati, quelli di associazione a delinquere, corruzione e finanziamento illecito.

Tre ex consiglieri di amministrazione della società Eurnova, appartenente a Luca Parnasi, hanno invece patteggiato due anni di reclusione.

Si tratta di Luca Caporilli, Giulio Mangosi e Simone Contasta.

La vicenda ha avuto anche un secondo filone d’inchiesta, che ha visto protagonista, tra gli altri, anche Marcello De Vito, ex presidente dell’assemblea Capitolina in quota M5S.

De Vito, arrestato il 20 marzo scorso con l’accusa di corruzione, di recente ha ottenuto gli arresti domiciliari dopo tre mesi trascorsi in carcere.

Insieme a De Vito era stato arrestato anche l’avvocato di quest’ultimo, Camillo Mezzacapo, considerato il braccio destro di De Vito nella vicenda delle presunti tangenti intascate.

Per questo secondo filone di inchiesta, le indagini devono ancora concludersi.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Regione Lazio, via libera alla legge sui diritti delle persone con disabilità
Cronaca / Covid, oggi 22.438 casi e 114 morti: il bollettino del 25 maggio 2022
Cronaca / Chi dice “no” al lavoro h24: la storia dell’atleta paralimpica Martina Caironi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Regione Lazio, via libera alla legge sui diritti delle persone con disabilità
Cronaca / Covid, oggi 22.438 casi e 114 morti: il bollettino del 25 maggio 2022
Cronaca / Chi dice “no” al lavoro h24: la storia dell’atleta paralimpica Martina Caironi
Cronaca / Gratteri a La7: “Minacce di morte? Ho paura ma cerco di addomesticarla. Se mi fermo, mi sento un vigliacco”
Cronaca / Ilaria Capua: “Mi fermo per un anno. Il Covid ha cambiato le priorità di tutti noi, anche personali”
Cronaca / Covid, oggi 29.875 casi e 95 morti: il bollettino del 24 maggio 2022
Cronaca / L’ex giudice Carnevale: “Falcone non era il più importante pm antimafia, esaltato oltre i suoi meriti”
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, l’Ecdc: "Rischio che diventi endemico in Europa"
Cronaca / Roma, venditore di rose dà fuoco ai capelli di una ragazza: “Era deluso dalle poche vendite”
Cronaca / La giocatrice di basket difende il suo allenatore: “Non c’è stato nessuno schiaffo, avevo sbagliato un tiro”