Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Focolaio Covid nello Spezia, il medico sociale: “Colpa di due calciatori No vax”

Immagine di copertina
Credit: ANSA

Un piccolo focolaio di Covid-19 è scoppiato nello Spezia Calcio e la colpa, secondo il medico della società ligure, è di due calciatori No vax. Ad oggi, lunedì 19 luglio 2021, i positivi sono undici. La squadra si trova a Prato dello Stelvio per il ritiro pre-campionato e il club ha ottenuto dall’Asl di Bolzano l’autorizzazione a svolgere sedute di allenamento individuale.

“Abbiamo provveduto ad effettuare la prima dose di vaccino. Due calciatori non hanno voluto effettuare il vaccino, si ritengono No vax, e si è creato un piccolo cluster dal punto di vista clinico. Per fortuna, tutti i ragazzi stanno bene. Tutti i club stanno procedendo alle vaccinazioni”, spiega ai microfoni di Radio Punto Nuovo Vincenzo Salini, medico sociale dello Spezia e membro della commissione medica della Federcalcio.

“Un calciatore dei due No vax è risultato positivo e gli altri vaccinati avevano avuto da troppo poco la prima dose per la copertura”, prosegue Salini. “Non convocare i No vax? Questo spetta ai club, comunque è una percentuale bassa. Penso che questo aspetto spinga ancora di più i calciatori a vaccinarsi. Calciatori vaccinati sono risultati positivi perché non abbiamo una copertura completa tra prima e seconda dose”.

“Come Commissione Medica Figc – sottolinea il medico dello Spezia – abbiamo un protocollo più light perché prevede la vaccinazione. Si sta lavorando per portare gli spettatori negli stadi. Io sono fiducioso perché i numeri dell’ospedalizzazione sono bassi e quelli che vanno incontro al ricovero sono i non vaccinati. Sono sicuro che allo Spezia, dopo la seconda dose, non avremo più problemi e così come con il green pass avremo gli stadi pieni per percentuali importanti. I calciatori dovrebbero vaccinarsi, ma noi possiamo fare solo opera di persuasione”.

LEGGI ANCHE: Sicilia, deputato regionale paragona il green pass ai lager nazisti

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Far west a Taranto, sospettato apre il fuoco contro una volante in pieno centro: due agenti feriti | VIDEO
Cronaca / Udine, 18enne morto durante l’alternanza scuola-lavoro: la procura apre un fascicolo per omicidio colposo
Cronaca / Covid, oggi 171.263 casi e 333 morti: il tasso di positività sale al 16,4%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Far west a Taranto, sospettato apre il fuoco contro una volante in pieno centro: due agenti feriti | VIDEO
Cronaca / Udine, 18enne morto durante l’alternanza scuola-lavoro: la procura apre un fascicolo per omicidio colposo
Cronaca / Covid, oggi 171.263 casi e 333 morti: il tasso di positività sale al 16,4%
Cronaca / Strage sul lavoro: dopo la morte dello studente di 18 anni a Udine, altre due vittime a Pomezia e nel torinese
Cronaca / Lo scrittore Alessandro Baricco in ospedale: "Ho una leucemia"
Cronaca / Dichiarata morta dalla Asl, i parenti scoprono che è viva mentre le organizzano il funerale
Cronaca / Covid, preside vieta la merenda a scuola per i troppi contagi
Cronaca / Quirinale, l'annuncio di Rocco Siffredi: "Mi candido a presidente della Repubblica"
Cronaca / Covid, oggi 179.106 casi e 373 morti: tasso di positività al 16%
Cronaca / Con l’ultimo dpcm, senza Green pass non si potrà nemmeno ritirare la pensione alla posta