Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:02
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Sindacalista ucciso, il camionista ai domiciliari: “Non volevo investire nessuno”

Immagine di copertina
A sinistra la vittima, Adil Belakhdim. A destra il giovane indagato, Alessio Spaziano.

È agli arresti domiciliari Alessio Spaziano, il camionista 25enne arrestato venerdì scorso per aver investito e ucciso con il suo camion il sindacalista Adil Belakhdim a Biandrate (Novara) durante una manifestazione. A decidere per gli arresti domiciliari è stato il giudice al termine dell’udienza di convalida dell’arresto, nel carcere di Novara.

Durante l’interrogatorio, durato circa 3 ore, Spaziano ha ricostruito quanto accaduto venerdì all’ingresso del centro distribuzione Lidl di Biandrate. Il giovane si è detto più volte dispiaciuto per Adil e per la sua famiglia e ha precisato che non aveva intenzione di investire nessuno. “Il mio assistito ha fornito la massima collaborazione”, ha detto il suo avvocato Gabriele de Juliis.

Sindacalista ucciso, le dichiarazioni del camionista che lo ha investito

“C’è stato un litigio prima”, ha raccontato il 25enne al giudice. “I manifestanti mi hanno circondato, hanno aperto la portiera, volevano trascinarmi già dall’abitacolo. Mi hanno aggredito“, ha spiegato, dicendo di essere stato colpito da qualcuno dei presenti. “Sono riuscito a divincolarmi. Pensavo volessero farmi scendere e linciarmi. Per questo ho avuto paura e sono andato via”.

Spaziano, originario di Dragoni, nel Casertano, ha sottolineato di non aver visto né Adil, né nessun altro. “Era dietro alla motrice, non davanti”, ha dichiarato, sostenendo di non essersi accorto di aver travolto un uomo, e di aver pensato che le urla di chi gli intimava di fermarsi fossero legate al litigio.

Il camionista si è fermato circa dieci minuti dopo, all’uscita di Novara Ovest, sulla Torino-Milano, e ha chiamato il suo padrino di cresima, un poliziotto, che gli ha suggerito di chiamare il 112. “Avevo capito che era successo qualcosa ma non pensavo a niente di così grave”, dice. Spaziano è accusato di omicidio stradale e resistenza.

Leggi anche: Sindacalista ucciso da un camion durante una manifestazione, Draghi: “Addolorato, si faccia luce”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Roma, anziana rapinata al bancomat: un operaio segue il ladro e lo fa arrestare
Cronaca / Covid, oggi 27.162 casi e 62 morti: tasso di positività al 13,95%
Cronaca / Milano, barista 18enne pedinata e molestata: il padre raggiunge l’aggressore e lo picchia per strada
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Roma, anziana rapinata al bancomat: un operaio segue il ladro e lo fa arrestare
Cronaca / Covid, oggi 27.162 casi e 62 morti: tasso di positività al 13,95%
Cronaca / Milano, barista 18enne pedinata e molestata: il padre raggiunge l’aggressore e lo picchia per strada
Cronaca / Lo sfogo di un’impiegata di Elisabetta Franchi: “Vi racconto come tratta le donne”
Cronaca / Guida contromano sulla Firenze-Pisa-Livorno, scontro nella notte: un morto e 4 feriti
Cronaca / Covid, oggi 36.042 casi e 91 morti: tasso di positività al 13.7%
Cronaca / Molestie al raduno di Rimini, il sindaco di Trieste difende gli alpini: “La violenza è un’altra cosa, siamo maschi”
Cronaca / ”Salvatemi vi prego”: turista violentata a Roma, i carabinieri sentono le urla e arrestano l’aggressore
Cronaca / Altro che malattia rara, 4 milioni di donne in Italia soffrono di vulvodinia
Cronaca / Roma, guida una Maserati sulla Scalinata di Trinità dei Monti: fermato un 37enne saudita | VIDEO