Me

Le due uniche strade per sbloccare lo stallo della Sea Watch

Di Laura Melissari
Pubblicato il 27 Giu. 2019 alle 11:09 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:33
Immagine di copertina

Sea Watch soluzioni sblocco stallo | La nave Sea Watch, dopo aver vagato nel Mediterraneo per 15 giorni, è entrata in acque italiane, violando l’alt delle autorità italiane. Adesso l’imbarcazione, capitanata da Carola Rackete, è ferma a largo di Lampedusa, in completo stallo. Qui abbiamo spiegato cosa rischia la capitana per aver violato il blocco navale.

Al momento, spiega l’agenzia Ansa, né Guardia Costiera né Guardia di Finanza hanno ricevuto indicazioni perché la situazione possa sbloccarsi rapidamente.

Sea Watch, Orfini (Pd) a TPI: “Nelle prossime ore prenderemo iniziative. Non far sbarcare profughi è capriccio politico”

Vi sono due soluzioni plausibili. La prima è quella prospettata dal ministro dell’Interno Matteo Salvini, ovvero un accordo ‘diplomatico’ con l’Unione europea per ridistribuire i 42 migranti e che coinvolga Olanda e Germania. La seconda è emettere un provvedimento di sequestro della nave da parte della polizia giudiziaria o dell’autorità giudiziaria per consentire di far arrivare l’imbarcazione in porto e far scendere i migranti.

Il ministro aveva infatti detto in un video-messaggio: “Non sbarca nessuno, a meno che qualcuno a Bruxelles, Amsterdam o Berlino non sia disposto a farsene carico”.

Al momento secondo quanto riferisce l’Ansa, non è stata formalizzata alcuna denuncia né nei confronti della capitana Carola Rackete, che rischia oltre al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina anche la contestazione del reato di mancato rispetto dell’ordine di arrestare l’imbarcazione da parte di una nave da guerra come già successe per comandante e capo missione della Mare Ionio, né dell’equipaggio.

L’indicazione al momento è quella di attendere che la situazione si sblocchi per via diplomatica. Anche se, “l’attesa non può essere infinita”.

L’arresto della capitana e dell’equipaggio, invocato dallo stesso Salvini, non sembra essere plausibile. Dal punto di vista penale la situazione è identica a quelle precedenti che hanno coinvolto sia la Sea Watch sia la Mare Ionio e in nessuno di quei casi sono stati presi provvedimenti come l’arresto.

• Qui link utili per saperne di più sulla vicenda:

Cosa rischiano la Sea Watch e la sua capitana Carola Rackete in base al decreto sicurezza bis

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Lanciata una campagna fondi per la Sea Watch: in meno di 24 ore raccolti 67mila euro

Se l’Europa apre gli occhi sui migranti grazie a Salvini

Carola Rackete: tutto quello che c’è da sapere sulla capitana della Sea Watch 3

Giorgia Meloni sulla Sea Watch 3: “Ora affondiamo la nave” | VIDEO

“Sbruffoncella, devi pagare”: la capitana della Sea Watch 3 insultata sulla pagina di Matteo Salvini

Sea Watch 3: stallo su sbarco, la nave resta davanti al porto | DIRETTA VIDEO

Dentro il Rojava, guerra di Siria

#ZingaPrendilGommone. Caro segretario del Pd, prendi il gommone e vai sulla Sea Watch