Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:47
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Leggi razziali, il rabbino capo di Roma risponde alle scuse dei Savoia: “La responsabilità è personale”

Immagine di copertina
Nella foto: all'osservatorio sul costone di Revò, Re Vittorio Emanuele III e Benito Mussolini assistono allo svolgimento dell'esercitazione. @Archivio VEDO/ArchiviFarabola

Il rabbino capo di Roma, Riccardo Di Segni, risponde a Radio24 sulla questione del perdono, sollevata da Emanuele Filiberto per la firma delle leggi razziali da parte del bisnonno Vittorio Emanuele III. Pur non nominando mai l’erede di casa Savoia, Di Segni spiega che nella religione ebraica “c’è un concetto difficile da spiegare, ma che è logico e fondamentale. Il perdono lo deve chiedere la persona che ha commesso la colpa, non posso essere delegato a chiedere il perdono. Come anche il perdono lo deve dare la persona che è stata offesa, non posso perdonare a nome di altri, per danni fatti ad altri anche se questi altri sono i miei genitori, i miei nonni, i miei antenati. Ognuno è responsabile delle azioni personali e ognuno può chiedere e concedere il perdono se c’è questo rapporto, altrimenti non è possibile”.

Esiste un imperativo che è quello di ricordare per capire come avvengono certe tragedie, ma anche per prevenire che queste tragedie si ripetano” spiega il rabbino capo di Roma, Riccardo Di Segni, a Radio 24 rispondendo alla domanda come si può evitare la retorica durante la giornata della memoria. “Di fronte a questo imperativo c’è un impegno a fare, questo impegno purtroppo molto spesso scivola nella retorica, nella banalizzazione, nell’overdosaggio dei concetti e quindi può creare reazioni di rigetto o di stanchezza. È un’operazione difficile, ma questi rischi non ci devono esentare dal dovere di ricordare”.

“L’antisemitismo per molti aspetti assomiglia al virus del Covid perché è mutante, cambia in continuazione forme”, continua il rabbino Capo di Roma. “Ci sta sempre, ma si presenta in modi differenti, ogni volta è aggressivo e micidiale. L’antisemitismo ci sta sempre ma il modo con cui si presenta è variegato, ha assunto più recentemente le forme di certa intolleranza islamista oppure oggi ci sono i suprematisti che si danno da fare per diffondere messaggi antisemiti, ogni momento ha le sue varianti, speriamo di trovare i vaccini anche per queste”.

Riguardo, poi all’utilizzo dei vaccini per sconfiggere la pandemia, Di Segni ribadisce ancora una volta che “le autorità rabbiniche di tutto il mondo sono in primo piano per adottare tutte le misure possibili per prevenire l’epidemia e se il vaccino è la risposta, bisogna farlo e spingere anche le autorità a farlo. C’è una mortalità impressionante e dobbiamo in tutti i modi fermarli”.

Leggi anche: “I Savoia chiedono scusa per le leggi razziali”: Emanuele Filiberto invia una lettera alla comunità ebraica
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Rinviata al 16 aprile l’udienza per la revisione del processo sulla strage di Erba
Cronaca / Treviso, il coro shock di un gruppo di studenti sul bus contro l’autista donna: “Stupro, stupro”
Cronaca / Il Codacons chiede scusa a Fedez e ritira il comunicato: “Non volevamo accusarlo di evasione fiscale, ma andremo a fondo”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Rinviata al 16 aprile l’udienza per la revisione del processo sulla strage di Erba
Cronaca / Treviso, il coro shock di un gruppo di studenti sul bus contro l’autista donna: “Stupro, stupro”
Cronaca / Il Codacons chiede scusa a Fedez e ritira il comunicato: “Non volevamo accusarlo di evasione fiscale, ma andremo a fondo”
Cronaca / Amianto killer in Marina Militare: Ministero della Difesa condannato per la morte di Aldo Martina
Cronaca / “Interventi contro i meridionali”, Vittorio Feltri andrà a processo per istigazione all’odio razziale
Cronaca / Violenta una 15enne e la costringe a prostituirsi: arrestato 64enne
Cronaca / Torino, gruppo di antagonisti assalta una Volante davanti alla questura. Mattarella esprime solidarietà agli agenti
Cronaca / Minaccia di buttarsi da 17 metri, paura a Pescara: si negozia da 18 ore
Cronaca / Trenitalia, nuove regole sui bagagli e sul trasporto di passeggini, bici e strumenti musicali. Poi lo stop
Cronaca / Melissa Satta non ci sta e querela: “Basta, definita ‘sex addicted’ per la rottura con Berrettini”