Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:05
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Sardegna, gli autotrasportatori bloccano i porti per protestare contro il caro-benzina

Immagine di copertina
Credit: Ansa/Vincenzo Garofalo

Sardegna, gli autotrasportatori bloccano i porti per protestare contro il caro-benzina

Entra nel quinto giorno la protesta in Sardegna degli autotrasportatori contro i rincari record del prezzo della benzina, che continuano a provocare rallentamenti nei porti dell’isola.

La protesta prosegue infatti a Cagliari e Olbia, dove però la polizia sta scortando i veicoli refrigerati dli prodotti freschi per farli uscire dal porto mentre a Porto Torres, secondo quanto riporta l’Ansa, sono state liberate le banchine dopo un incontro con il prefetto e le autorità regionali. Anche a Chilivani, in provincia di Sassari, il presidio è stato rimosso, anche se domani la mobilitazione continuerà con un corteo di trattori e camion si dirigerà verso Orosei.

Nei supermercati di tutta l’isola iniziano a scarseggiare alcune merci, mentre gli autotrasportatori rassicurano che viene consentito il passaggio delle merci deperibili, per evitare disagi anche ad agricoltori e allevatori. Ieri Confindustria Sardegna ha espresso “forte preoccupazione” per il rischio che centinaia di aziende siano costrette a fermare le attività. Un “pericolo concreto” che ha spinto l’associazione degli industriali sardi a chiedere l’intervento delle autorità tramite l’apertura di “corridoi di imbarco” per lo sbarco delle merci ma anche il rifiuto di autorizzare presidi nei porti.

I manifestanti intanto ricevono solidarietà e aiuti. Ieri a Cagliari il titolare di un’azienda di autotrasporti si è presentato al presidio con le paste, mentre dal movimento pastori sono arrivati generi alimentari per continuare la battaglia. Secondo gli autotrasportatori rimasti al presidio, riporta l’Ansa, la protesta continuerà fino al 31 marzo.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Falcone star di TikTok”: i video sul magistrato antimafia ricevono oltre 140mila visualizzazioni sul social dei 20enni
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Falcone star di TikTok”: i video sul magistrato antimafia ricevono oltre 140mila visualizzazioni sul social dei 20enni
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Cronaca / Bambino morto all’asilo, la proprietaria dell’auto: “Sono sicura di aver inserito la marcia, il freno a mano non ricordo”
Cronaca / Identificato allo Spallanzani di Roma il primo caso in Italia di vaiolo delle scimmie
Cronaca / I buchi nelle indagini sulla strage di Capaci: quelle tracce mai seguite
Cronaca / Rimorchiatore affonda al largo di Bari, 5 morti: “Capitano trovato vivo su una zattera”
Cronaca / Il pm Tescaroli a TPI: “Sulla strage di Capaci presunti interessi esterni a Cosa nostra”
Cronaca / Falcone e quelle indagini naufragate su Mattarella e Gladio
Cronaca / ESCLUSIVO TPI: Falcone spiato da apparati dello Stato durante l’interrogatorio (finora ignoto) a Licio Gelli