Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:05
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Sardegna, gli autotrasportatori bloccano i porti per protestare contro il caro-benzina

Immagine di copertina
Credit: Ansa/Vincenzo Garofalo

Sardegna, gli autotrasportatori bloccano i porti per protestare contro il caro-benzina

Entra nel quinto giorno la protesta in Sardegna degli autotrasportatori contro i rincari record del prezzo della benzina, che continuano a provocare rallentamenti nei porti dell’isola.

La protesta prosegue infatti a Cagliari e Olbia, dove però la polizia sta scortando i veicoli refrigerati dli prodotti freschi per farli uscire dal porto mentre a Porto Torres, secondo quanto riporta l’Ansa, sono state liberate le banchine dopo un incontro con il prefetto e le autorità regionali. Anche a Chilivani, in provincia di Sassari, il presidio è stato rimosso, anche se domani la mobilitazione continuerà con un corteo di trattori e camion si dirigerà verso Orosei.

Nei supermercati di tutta l’isola iniziano a scarseggiare alcune merci, mentre gli autotrasportatori rassicurano che viene consentito il passaggio delle merci deperibili, per evitare disagi anche ad agricoltori e allevatori. Ieri Confindustria Sardegna ha espresso “forte preoccupazione” per il rischio che centinaia di aziende siano costrette a fermare le attività. Un “pericolo concreto” che ha spinto l’associazione degli industriali sardi a chiedere l’intervento delle autorità tramite l’apertura di “corridoi di imbarco” per lo sbarco delle merci ma anche il rifiuto di autorizzare presidi nei porti.

I manifestanti intanto ricevono solidarietà e aiuti. Ieri a Cagliari il titolare di un’azienda di autotrasporti si è presentato al presidio con le paste, mentre dal movimento pastori sono arrivati generi alimentari per continuare la battaglia. Secondo gli autotrasportatori rimasti al presidio, riporta l’Ansa, la protesta continuerà fino al 31 marzo.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Omicidio Mollicone, la testimone: “Serena ha litigato con un ragazzo il giorno della scomparsa”
Cronaca / Montepulciano, 23enne morto sul lavoro: è stato colpito al petto da un tubo di ferro
Cronaca / Milano, abusi su bambine in una scuola materna: maestro arrestato
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Omicidio Mollicone, la testimone: “Serena ha litigato con un ragazzo il giorno della scomparsa”
Cronaca / Montepulciano, 23enne morto sul lavoro: è stato colpito al petto da un tubo di ferro
Cronaca / Milano, abusi su bambine in una scuola materna: maestro arrestato
Cronaca / Napoli, traghetto da Capri urta banchina: una trentina i feriti, uno in codice rosso
Cronaca / Marco Luis (“il bodybuilder più pompato di sempre”) è morto a 46 anni per cause ignote
Cronaca / Armato a San Pietro: arrestato a Roma super ricercato
Cronaca / Come si entra nei Servizi segreti? Ecco il bando per nuovi 007
Cronaca / In 2 anni 32.500 posti in meno negli ospedali italiani
Cronaca / Desenzano del Garda, multato per aver pulito la spiaggia del lago: parte la colletta
Cronaca / Fa retromarcia e investe il figlio di un anno: il piccolo Matteo muore dopo due giorni di agonia