Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:05
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Benzina alle stelle, da lunedì protesta degli autotrasportatori. Panico “scaffali vuoti” in Sardegna, poi la smentita

Immagine di copertina
Credit: ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Benzina alle stelle, da lunedì protesta degli autotrasportatori. Panico “scaffali vuoti” in Sardegna, poi la smentita

Da lunedì 14 marzo le aziende di autotrasporto sospenderanno i propri servizi a livello nazionale “per causa di forza maggiore”. Lo ha dichiarato Trasportounito, associazione degli autotrasportatori che ha annunciato una serrata contro i rincari record dei costi del carburante, esplosi a seguito della guerra in Ucraina.

In Sardegna l’annuncio di proteste a oltranza contro i forti aumenti dei prezzi di benzina e diesel hanno suscitato forte preoccupazione, spingendo molti residenti a correre ai supermercati e rifornirsi alle pompe di benzina, prima della smentita arrivata dagli stessi autotrasportatori e dai sindacati. A diffondere la paura un messaggio audio di uno dei lavoratori che hanno partecipato a un’assemblea tenuta a Tramatza, in provincia di Oristano, che parlava di uno sciopero di 15 giorni che avrebbe di fatto ‘paralizzato’ l’Isola, bloccando l’arrivo dei generi alimentari.

“Lo sciopero sarà volontario, ma il messaggio deve arrivare a tutti”, ha detto a L’Unione Sarda Massimiliano Serra, uno degli organizzatori della riunione. “Siamo pronti a paralizzare l’Isola per attirare l’attenzione su una situazione insostenibile. Non solo il gasolio che è ormai arrivato a prezzi stellari, a pesare sulle nostre tasche ogni giorno ci sono anche l’aumento dei costi per i trasporti marittimi, quelli per la manutenzione del mezzo e la sostituzione degli pneumatici. Un salasso continuo ormai arrivato a livelli non più sopportabili”. Lo sciopero ancora deve essere definito dagli autotrasportatori e dai sindacati, che stanno mettendo a punto il programma. La mobilitazione potrebbe anche essere evitata dal momento che gli autotrasportatori hanno chiesto un incontro urgente con l’assessore ai Trasporti della regione Sardegna.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Falcone star di TikTok”: i video sul magistrato antimafia ricevono oltre 140mila visualizzazioni sul social dei 20enni
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Falcone star di TikTok”: i video sul magistrato antimafia ricevono oltre 140mila visualizzazioni sul social dei 20enni
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Cronaca / Bambino morto all’asilo, la proprietaria dell’auto: “Sono sicura di aver inserito la marcia, il freno a mano non ricordo”
Cronaca / Identificato allo Spallanzani di Roma il primo caso in Italia di vaiolo delle scimmie
Cronaca / I buchi nelle indagini sulla strage di Capaci: quelle tracce mai seguite
Cronaca / Rimorchiatore affonda al largo di Bari, 5 morti: “Capitano trovato vivo su una zattera”
Cronaca / Il pm Tescaroli a TPI: “Sulla strage di Capaci presunti interessi esterni a Cosa nostra”
Cronaca / Falcone e quelle indagini naufragate su Mattarella e Gladio
Cronaca / ESCLUSIVO TPI: Falcone spiato da apparati dello Stato durante l’interrogatorio (finora ignoto) a Licio Gelli