Me

La faccia di Salvini quando scopre in diretta tv lo sbarco della Sea Watch | VIDEO

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 20 Mag. 2019 alle 08:22 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:37

Salvini Sea Watch sbarco diretta | Domenica 19 maggio 2019 il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini ha assistito in diretta tv allo sbarco dei 47 migranti che si trovavano a bordo della nave ong Sea Watch 3.

“Sono pronto a denunciare per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina chiunque sia disponibile a far sbarcare gli immigrati irregolari su una nave fuorilegge”.

Così Salvini ospite in collegamento da Firenze al programma tv Non è l’Arena, su La7, condotto da Massimo Giletti.

“Questo vale anche per organi dello Stato: se c’è qualche procuratore pronto a mandarmi a processo con una condanna che può dare fino a 15 anni di carcere, se questo procuratore autorizza lo sbarco, io vado fino in fondo”.

La telecamera trasmette in diretta le immagini dei migranti a bordo della nave della ong, con il giubbotto di salvataggio, che scendono da un’imbarcazione della Capitaneria di porto.

Salvini a quel punto, appreso dello sbarco, sbotta e si infuria: “Qualcuno l’ordine lo avrà dato. Questo qualcuno ne dovrà rispondere”.

“Chiunque sia stato ne risponderà davanti agli italiani”, continua il vicepremier.

I migranti dalla Sea Watch sono sbarcati a Lampedusa, la nave della ong è stata successivamente trasferita a Licata, lì diverrà esecutivo il sequestro della Guardia di Finanza disposto dalla procura di Agrigento, su indicazione del pm Luigi Patronaggio.

“Lo sto leggendo insieme a lei, Giletti – dice Salvini in diretta -. Questo procuratore della Repubblica è quello che ha indagato me per sequestro di persona. Io non cambio idea e siccome il ministro sono io, prendo atto delle parole di questo procuratore e valuteremo l’ipotesi di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina per chiunque agevoli lo sbarco a terra di immigrati portati in Italia da un’organizzazione illegale e fuori legge. Se questo procuratore vuole fare il ministro dell’Interno, si candidi alle prossime elezioni”.

Salvini punta il dito contro il Movimento 5 Stelle, alleato di governo: “Se Toninelli ritiene di riaprire i porti, lo dica agli italiani, lo spieghi ma secondo me sbaglia, fa il male dell’Italia”.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Salvini Patronaggio – In una diretta Facebook Salvini ha attaccato il procuratore di Agrigento Patronaggio. “La Sea Watch non doveva sbarcare. Siamo uno Stato di diritto e non do nessuna autorizzazione. Se qualcuno ha autorizzato deve dare spiegazioni. È lei, dottor Patronaggio, ad avere autorizzato? Caro procuratore, le chiedo se è lei che si è assunto la responsabilità degli sbarchi”. “Da lei, Patronaggio, sono stato accusato di sequestro di persona. Non sono simpatico a questo signore”, aggiunge.

E ancora: “Se nelle prossime ore ci saranno arresti per coloro che hanno infranto le leggi, ci sarà il sequestro definitivo di questa barca di vice scafisti e se ci sarà il loro arresto, è un conto. Se la nave sarà messa fuori uso, anche affondandola, bene. Altrimenti ho il dubbio che qualcuno abbia voluto compiere un atto politico: se qualche procuratore vuole sostituirsi al governo o al Parlamento si candidi”.

“Se è stato un escamotage per far sbarcare i migranti, mi muoverei perché è favoreggiamento al traffico di esseri umani”, ha aggiunto Salvini.

Salvini Sea Watch sbarco diretta | Sea Watch, tutti i migranti sono sbarcati. Salvini: “Il pm deve affondare la nave e arrestare”