Covid ultime 24h
casi +20.709
deceduti +684
tamponi +207.143
terapie intensive -47

Salvini si lamenta degli sbarchi e viene deriso dal web: “Sei ancora tu il ministro dell’Interno”

Il leader della Lega ha condiviso un video su Twitter lamentandosi degli sbarchi. Ma il web lo deride "Sei tu il Ministro in carica"

Di Alice Possidente
Pubblicato il 4 Set. 2019 alle 13:22 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:20
0
Immagine di copertina
Il tweet di Matteo Salvini con alcune reazioni degli utenti

Matteo Salvini deriso dal web per aver pubblicato un video sugli sbarchi: “Il ministro dell’Interno sei ancora tu”

Matteo Salvini ha condiviso su Twitter un video in cui è possibile vedere alcuni migranti in festa al momento di uno sbarco. Il tweet ha toni abbastanza polemici:

“Ma che bello il “clima” del governo a guida PD: sbarcati gli immigrati della nave dei centri sociali per “emergenza sanitaria”… Ma pensano che gli italiani siano scemi???”.

Si legge in un tweet del 2 settembre a opera del ministro dell’Interno ancora in carica.

Ma il popolo web non perdona. Le reazioni degli utenti, infatti, sono state immediate. In molti hanno fatto notare a Matteo Salvini di essere ancora il ministro incaricato, e che se c’è uno sbarco la responsabilità è la sua.

Un altro utente invece ha fatto notare che è stato proprio Salvini a firmare il divieto di sbarco.

Non mancano toni ironici. Un utente scrive “ti prendi le tue responsabilità ed eviti il gnegne ‘fate girare'”.

“Questi – scrive un altro utente riferendosi ai migranti – sono sbarcati per responsabilità del ministero dell’Interno (come dice il decreto sicurezza)”

Non si è fatta attendere nemmeno la replica dell’autore del video, Francesco Bellina, che ha fatto notare al leader della Lega che sul web ci sono norme sui copyright ben precise e per utilizzare un’opera altrui è necessario prima pagarla

L’utente ha ricevuto parecchi commenti di apprezzamento. Per il momento assente, invece, la replica (e magari anche le scuse) del ministro uscente Matteo Salvini, che tra qualche ora non avrà davvero più la responsabilità dello sbarco dei migranti, dal momento che non sarà più a capo del Viminale.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.