Covid ultime 24h
casi +17.455
deceduti +192
tamponi +257.024
terapie intensive +15

“Nessuna donna deve subire minacce per le sue opinioni”: Rula Jebreal difende Giorgia Meloni

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 31 Gen. 2020 alle 09:46 Aggiornato il 31 Gen. 2020 alle 10:25
149
Immagine di copertina

“Nessuna donna deve subire minacce per le sue opinioni”: Rula Jebreal difende Giorgia Meloni

“La mia solidarietà a Giorgia Meloni. L’uomo che l’ha minacciata deve rispondere davanti alla Giustizia. Nessuna donna deve subire stalking, intimidazioni, minacce e censure per le sue opinioni”. A difendere la leader di Fratelli d’Italia, impegnata nel processo contro lo stalker che l’ha perseguitata per mesi su Facebook, è Rula Jebreal. La giornalista palestinese, che tra pochi giorni sarà ospite a Sanremo 2020 dove parlerà proprio di sessismo e violenza sulle donne, ha scritto queste parole in un tweet sul suo profilo.

Rula, recentemente coinvolta in diverse polemiche relative proprio alla sua partecipazione alla kermesse dell’Ariston, ha dunque voluto rivolgere la sua solidarietà a Giorgia Meloni in quanto donna vittima della violenza di un uomo.

La leader del partito di centrodestra proprio ieri ha testimoniato di fronte ai giudici della prima sezione penale di Roma nell’ambito, appunto, del processo in cui si è costituita parte civile e che vede imputato Raffaele Nugnes, arrestato dalla Digos lo scorso 31 luglio a Trentola-Ducenta, in provincia di Caserta.

“Ho paura per mia figlia che ha appena 3 anni. La notte non dormo per questa vicenda – ha raccontato la Meloni in tribunale – per le minacce che quest’uomo mi ha rivolto via Facebook. Lui sosteneva che gliel’ho strappata, che la bambina era sua, che prima o poi sarebbe venuto a riprendersela a Roma. Io vivo spesso fuori casa e il mio stato d’ansia è enormemente cresciuto perché ho dovuto prendere particolari cautele. Non bastava più la baby sitter per controllare mia figlia. Il mio modo di vivere è ovviamente cambiato. Ho paura anche dopo un messaggio pubblicato dall’imputato in cui scriveva: ‘hai tempo tre giorni per venire dove sai, se non vieni sai cosa succede, vengo a Garbatella”.

Leggi anche:

Sanremo 2020, Amadeus: “Anche Meloni sarà contenta di ascoltare Rula Jebreal”

Rula Jebreal a Sanremo, l’indiscrezione sul compenso: ecco quanto ha chiesto alla Rai per la sua ospitata

Rula Jebreal, spunta una foto con Weinstein. Insulti sessisti sul web: “Se l’è scop***”

La destra attacca Zalone e Rula Jebreal. Ma non ha capito che Checco è solo anti-razzista

Sanremo 2020, stop della Rai a Rula Jebreal. Faraone (Iv): “È discriminazione di Stato”

149
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.