Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:45
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Roma, studentessa norvegese presa a calci a Campo de’ Fiori da un coetaneo: “Ho rifiutato di fare sesso con lui”

Immagine di copertina

Una studentessa norvegese di 21 anni in vacanza a Roma è stata presa a calci da un connazionale della sua stessa età a Campo dei Fiori per aver respinto i suoi tentativi di portarla a letto. Si chiama Tiril Solberg ed ha raccontato quanto accaduto a Repubblica. Aveva conosciuto l’aggressore all’aeroporto di Oslo: anche lui, come lei, stava volando alla volta della capitale insieme a un amico. “Si sono uniti a noi. Tra la mia amica e uno dei due è iniziato un flirt. L’altro sin da subito ha cercato di provarci con me”, ha detto la 21enne. A Tiril però il ragazzo non piaceva, e da subito ha iniziato a respingere le sue mosse.

“Quella sera eravamo al ristorante a Campo de’ Fiori e lui ha cominciato a dirmi ‘puttana’ perché io lo respingevo. Era rude, antipatico, mi faceva apprezzamenti sessuali e ripeteva ‘mignotta’. Volevo parlare con la mia amica di questo e siamo uscite dal locale. Non ho notato che lui, invece, ci ha seguite fino a fuori. Mi ha spinta all’improvviso da dietro e sono caduta a terra, in strada”, ha raccontato Tirill. Il 21enne ha iniziato a prenderla a calci. “Ma io non riuscivo a parlare o a chiedere aiuto”.

Con un calcio mi ha rotto anche due denti, avevo un terribile dolore a un occhio. È successo tutto così velocemente che mi sono resa conto della gravità quando sono arrivata in ospedale e ho visto i danni che mi aveva provocato. Non sono svenuta, ero rannicchiata a terra”, ha continuato.

Ora la ragazza si trova al Pronto soccorso dell’ospedale Santo Spirito, ha il naso e due denti rotti, l’occhio destro pesto. “Aspetto i miei genitori, stanno arrivando. Sono confusa, tra poco mi opereranno al naso. Nessuna donna dovrebbe sentirsi così come sto adesso io perché dice di ‘No’ a uno che vuol fare sesso con lei. I lividi passeranno ma la mia anima resta ferita”, racconta.

 

 

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Non raccoglie gli escrementi del suo cane: il sindaco pubblica le immagini sui social e annuncia multa
Cronaca / Aggressione omofoba a Reggio Calabria: arrestati tre giovani
Cronaca / Trovata la madre del neonato morto abbandonato tra gli scogli a Reggio Calabria: ha 13 anni
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Non raccoglie gli escrementi del suo cane: il sindaco pubblica le immagini sui social e annuncia multa
Cronaca / Aggressione omofoba a Reggio Calabria: arrestati tre giovani
Cronaca / Trovata la madre del neonato morto abbandonato tra gli scogli a Reggio Calabria: ha 13 anni
Cronaca / Terrorismo: arrestato a Torino un esponente dell’Isis
Cronaca / Impagnatiello: “Andai a pranzo da mia mamma con il cadavere di Giulia nell’auto”
Cronaca / Vibo Valentia, picchiano un senza tetto e filmano la violenza: denunciati 6 minori
Cronaca / Rissa Fedez-Iovino: il video del pestaggio ripreso dalle telecamere di sorveglianza
Cronaca / Alessandro Impagnatiello in aula a Milano: “Così ho ucciso Giulia Tramontano”
Cronaca / Scarcerato il marito dell’influencer Siu. Ma resta indagato per tentato omicidio della moglie
Cronaca / Reggio Calabria, neonata trovata morta fra gli scogli