Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

“Non riesco a smettere di drogarmi ma sogno di non farlo più”, il racconto della ragazza indagata per lo stupro di Capodanno a Roma

Immagine di copertina

Vorrebbe smetterla di drogarsi, ma non riesce. Intorno a lei vede “tutti che si fanno” e le “viene voglia”. A raccontarlo a Repubblica è una delle ragazze che faceva parte del gruppo delle parioline al party di Capodanno organizzato a Primavalle, a Roma, dove è stata violentata da cinque ragazzi una ragazza di 16 anni, figlia di un diplomatico.

La giovane intervistata è indagata per quella notte dell’ultimo dell’anno che ha visto al centro droghe e violenze. La ragazza assume regolarmente Md, chetamina e coca. Di quel 31 dicembre a Primavalle ricorda l’amica dentro a un bagno e poi più nulla: “Le ho chiesto se era tutto a posto e lei mi ha detto di sì. Un’altra volta sono andata a vomitare e l’ho vista con un ragazzo fare sesso. Poi ho un vuoto perché stavo troppo male”, ha raccontato a Repubblica. Oggi non sente più quella ragazza, non le ha più risposto al telefono. Ha detto di essere dispiaciuta per lei. Ha raccontato di non frequentare nemmeno più la giovane che ha portato la droga quella sera, “la pugile”. Continua a vedere soltanto altre tre amiche: “Di quella notte non parliamo più, vogliamo dimenticarla”, ha spiegato. Non parteciperebbe nemmeno più a una serata “così folle”. Ha ripreso gli studi, ma non riesce proprio ad abbandonare la droga: “Quando mi faccio riesco a non pensare, poi l’effetto finisce e mi sento molto giù”. Ha raccontato di non voler pensare alla sua solitudine. Vorrebbe passare più tempo con sua madre “che lavora tanto e quando è a casa è stanca”. Ha specificato anche di non essere arrabbiata: “Lo so che si sacrifica per me”. Con lei però non riesce a confidarsi: non vuole deluderla o farla soffrire.

Per il futuro, ha raccontato a Repubblica, sogna di finire gli studi e di non drogarsi più. E ha concluso: “Vedo il mio corpo che non è più lo stesso, non ho fame come prima e il ciclo mestruale è sballato”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Bimbo ucciso in bici a Milano, arrestato il pirata della strada. Guidava senza patente, sotto effetto di droga e con gamba ingessata
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Nubifragi e trombe d’aria al Centro-Nord. Due morti in Toscana. Protezione civile riunisce unità di crisi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Bimbo ucciso in bici a Milano, arrestato il pirata della strada. Guidava senza patente, sotto effetto di droga e con gamba ingessata
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Nubifragi e trombe d’aria al Centro-Nord. Due morti in Toscana. Protezione civile riunisce unità di crisi
Cronaca / Latina, mamma di 26 anni muore in discoteca. Aveva due figli
Cronaca / Imprenditore riceve una bolletta del gas da quasi un milione di euro: “Era meglio andare al mare”
Cronaca / Tragedia a Senigallia: padre e figlio muoiono travolti da un treno
Cronaca / Violento incendio a Pantelleria: turisti in fuga e case evacuate
Cronaca / Anzio, uomo picchia la moglie. La figlia di 10 anni chiama il 112
Cronaca / Il re di TikTok Khaby Lame ha ricevuto la cittadinanza italiana: “Sono molto orgoglioso”
Cronaca / Fanno surf nel Canal Grande, il sindaco di Venezia: "Una cena a chi individua i due imbecilli"