Covid ultime 24h
casi +31.084
deceduti +199
tamponi +215.085
terapie intensive +95

Abusi su bambine di 10 anni durante le lezioni di chitarra: arrestato maestro

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 13 Apr. 2019 alle 13:37 Aggiornato il 13 Apr. 2019 alle 14:56
0
Immagine di copertina

Un maestro di chitarra di 47 anni, accusato di aver abusato di tre bambine di età inferiore ai 10 anni, è stato arrestato a Roma sabato 12 aprile 2019. L’uomo è residente nel quartiere Garbatella, nel quadrante sud della Capitale. Adesso si trova agli arresti domiciliari nella sua abitazione, in quanto incensurato.

Secondo il gip, che ha ordinato il fermo dell’insegnante, l’uomo ha abusato sessualmente delle bambine, alle quali faceva lezioni di chitarra in casa. Il timore, adesso, è che non siano solo tre le vittime del maestro di chitarra. Ma che, tra le sue tante allieve, anche qualcun’altra abbia subito violenze.

Decisivo, ai fini dell’arresto, è stato il racconto di una delle bambine ai suoi genitori. Secondo quanto ricostruito dagli genti della IV sezione della squadra mobile, specializzata proprio in reati contro i minori e le donne, l’insegnante teneva lezioni private di chitarra a domicilio.

Con le bambine, il maestro cercava di instaurare un rapporto di piena fiducia, in modo che nessuno potesse scoprire veramente durante le lezioni. Fortunatamente, però, il disagio provato da una delle giovani vittime è stato maggiore della paura. Così la bimba ha raccontato tutto ai genitori, che si sono precipitati alla polizia.

Solo così gli agenti hanno potuto scoprire che quegli abusi sono stati commessi nei confronti di altre due ragazzine. Ascoltate, anche i racconti di queste due hanno confermato quanto detto dalla prima bambina. Elementi sufficienti perché il gip emettesse la misura cautelare.

Gli investigatori ritengono l’accusato un vero insospettabile. Anche se, una volta interrotte le lezioni, il maestro avrebbe continuato a telefonare ai genitori delle bambine, insistendo perché riprendessero.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.