Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:44
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Rimini, figlie rifiutano la trasfusione per il padre: “Non dategli il sangue di un vaccinato”

Immagine di copertina
Foto di Ahmad Ardity da Pixabay

Due figlie hanno rifiutato di far eseguire una trasfusione al padre, un ultranovantenne ricoverato, perché pretendevano prima di sapere se il sangue era di un donatore vaccinato contro il Coronavirus: un’informazione che non può essere divulgata perché le donazioni sono anonime, e che comunque non incide sulla sicurezza della terapia. È successo a Rimini, all’ospedale “Infermi”, giovedì 19 agosto.

A raccontare la vicenda a Repubblica è stato Rino Biguzzi, medico e coordinatore del comitato Programma “sangue plasma” dell’Ausl Romagna. Biguzzi ha parlato di un caso abbastanza estremo” e ha ribadito che “il percorso della donazione di sangue è sorvegliato a livello locale e nazionale. Ed è sicuro”.

Le figlie dell’anziano ricoverato, raccontano gli operatori sanitari, temevano che con la trasfusione sarebbe stato iniettato al paziente l’Rna, la molecola alla base di alcuni dei vaccini anti-Covid. Dopo un’accesa discussione, non hanno acconsentito alla trasfusione. Per fortuna, specificano i medici, la trasfusione non rappresentava una terapia salva vita nel caso del paziente, anche se “serve ad accelerare il processo di guarigione”. Per l’ultranovantenne è stata quindi utilizzata una terapia sostitutiva.

“Temevano che il sangue trasfuso potesse procurare un danno”, racconta Biguzzi. “Che oltre agli anticorpi venisse trasferito l’Rna”. Poi sottolinea: “Non c’è alcuna evidenza che con la trasfusione ci possa essere la diffusione del Sars-Cov-2. Non si trasmette il virus attraverso una trasfusione”. Per quanto riguarda l’Rna? “Il sangue subisce una lavorazione, una minima quantità di plasma è presente, ma questo aspetto riguarda decine di vaccinazioni. Non fa la differenza”.

Leggi anche: Enrico Montesano: “Il sangue dei vaccinati viene buttato via”. La smentita dell’Avis: “Non date retta alle fake news, i vaccinati possono donare il sangue: fatelo”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Roma, pedina la moglie tramite Gps e aggredisce l’amante con nove coltellate al torace: la vittima è in coma
Cronaca / Genova, indagato combattente italiano in Ucraina: è un estremista di destra
Cronaca / Balenciaga lancia una borsa a forma di busta della spazzatura: costerà 1.800 euro
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Roma, pedina la moglie tramite Gps e aggredisce l’amante con nove coltellate al torace: la vittima è in coma
Cronaca / Genova, indagato combattente italiano in Ucraina: è un estremista di destra
Cronaca / Balenciaga lancia una borsa a forma di busta della spazzatura: costerà 1.800 euro
Cronaca / Papa Francesco: "Volere l’eterna giovinezza è delirante"
Cronaca / Donatella, suicida in cella. Il giudice: “Anche io ho fallito. Il carcere non è a misura di donna”
Cronaca / Gas, le città italiane si preparano alle limitazioni: dai condizionatori all’illuminazione
Cronaca / La lettera del geologo a Jovanotti: “Nessuno ti critica per invidia, ti spiego perché il tuo evento danneggia l’ambiente”
Cronaca / Roma, studentessa norvegese presa a calci a Campo de’ Fiori da un coetaneo: “Ho rifiutato di fare sesso con lui”
Cronaca / Sgabri, multa di 500 euro per aver usato il lampeggiante in Svizzera: “Qui non ci torno”
Cronaca / Caldo, Ministero della Salute: dall’1 al 15 luglio mortalità aumentata del 21%