Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:39
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Incidente sul Raccordo, morto a 46 anni il primario di Neurochirurgia del San Camillo di Roma

Immagine di copertina
Agazio Menniti

È morto in un incidente stradale il primario di Neurochirurgia del San Camillo di Roma. Agazio Menniti, 46 anni, stava tornando a casa dalla moglie e dai due figli dopo una giornata di lavoro in ospedale quando sul Raccordo anulare è stato tamponato e “disarcionato” dalla sua moto e poi travolto da un’altra auto che transitava. I drammatici fatti che hanno portato al decesso del medico risalgono alla serata di ieri, giovedì 29 aprile.

Aveva finito poco prima di eseguire con successo, uno dei tanti interventi che sapeva affrontare nel migliore dei modi”, racconta l’ex primario del reparto, Alberto Delitala a Repubblica, “era andato via dall’ospedale soddisfatto, dopo una delle tante giornate trascorse al tavolo operatorio: un’altra vita era stata salvata e lui era contento“.

La nota della direttrice generale dell’azienda ospedaliera San Camillo Forlanini Francesca Milito: “Abbiamo appreso con infinito sgomento della prematura scomparsa del nostro caro Agazio Menniti, primario della Neurochirurgia, persona di grandi valori umani e stimato professionista apprezzato da tutti – si legge in un post pubblicato dalla pagina Facebook ufficiale del San Camillo – La comunità del San Camillo si stringe intorno alla famiglia e ne condivide il grande dolore”.

“Abbiamo operato tante volte insieme”, ricorda Enrico Cotroneo, primario neuroradiologo, “condividendo sempre la migliore scelta per il paziente con aneurisma cerebrale rotto”. “Agazio, nonostante la sua giovane età, è stato un chirurgo e un uomo sempre attento innanzitutto alla sicurezza del paziente: non lo dimenticheremo mai”. “Eravamo come fratelli”, racconta Filippo Coia, medico dell’Emergenza, “Agazio era un professionista eccellente, una persona dall’umanità impagabile con i pazienti e con quanti lavoravano al suo fianco”.

Cronaca: ultime notizie, ultim’ora, approfondimenti, foto e video
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Torino, carabiniere tenta di sventare una rapina e viene accoltellato: fermato un 16enne
Cronaca / Luca Morisi, la procura chiede l’archiviazione dopo l’indagine sulla serata con droga ed escort
Cronaca / Greta Beccaglia, parla l’uomo che ha molestato la giornalista: “Non sto bene per quello che ho fatto, voglio incontrarla”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Torino, carabiniere tenta di sventare una rapina e viene accoltellato: fermato un 16enne
Cronaca / Luca Morisi, la procura chiede l’archiviazione dopo l’indagine sulla serata con droga ed escort
Cronaca / Greta Beccaglia, parla l’uomo che ha molestato la giornalista: “Non sto bene per quello che ho fatto, voglio incontrarla”
Cronaca / Scuola, marcia indietro del governo: torna la didattica a distanza anche al primo positivo
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Cronaca / Covid, oggi 7.975 casi e 65 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / Trasporti pubblici gratis per combattere l’inquinamento: l’esperimento al via a Genova
Cronaca / Giulia Talia, la prima aspirante Miss Italia dichiaratamente lesbica: “Spero di essere d’aiuto ad altri”
Cronaca / Il governo usa il Covid come scusa per respingere e rimpatriare i migranti
Cronaca / Giornalista molestata, il conduttore si difende: “Non volevo minimizzare”. Identificato il tifoso