Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:28
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Sesso con l’alunno 14enne diventato ossessione: spuntano i messaggi della prof al ragazzo. E il bimbo è figlio dell’adolescente

Immagine di copertina
L'insegnante tempestava di messaggi il 14enne

Il ragazzino ha raccontato che l'insegnante lo tempestava di messaggi

“Dove sei?”, “Rispondimi”, “Perché non rispondi”. Spuntano dettagli inquietanti sulla vicenda che vede indagata un’insegnante di 35 anni per violenza sessuale verso un alunno 14enne a Prato.

Dalle ricostruzioni degli inquirenti emerge che la donna era letteralmente ossessionata dal ragazzo e che lo tempestava di messaggi morbosi: “Non mi lasciava in pace, mi voleva sempre con sé”, ha raccontato l’allievo.

Un comportamento compulsivo che ha portato anche a pensare che la donna si sia inventata una falsa paternità. La donna ha infatti dato alla luce un bambino cinque mesi fa raccontando come fosse il frutto della relazione sentimentale con l’alunno, all’epoca 13enne, cui data ripetizioni d’inglese a casa.

Una menzogna? Niente affatto. Questo pomeriggio i genetisti incaricati dalla Procura hanno depositato i risultati degli accertamenti sul Dna prelevato sul bambin confermando che è nato dalla relazione tra la donna e l’adolescente.

Nel frattempo il cellulare della 35enne, infermiera di professione ma che dava anche ripetizioni di inglese, è sotto sequestro per ricostruire le conversazioni avute con il giovane amante e probabilmente cancellate per nascondere le prove.

Una storia dai contorni torbidi e che vede colpite anche altre persone: da una parte la famiglia dell’adolescente che ha denunciato la vicenda alle Autorità facendo scattare le indagini, e dall’altra il marito della donna coinvolta che ha creduto fino ad oggi di essere il padre del bimbo nato qualche mese fa: “Ma lo perdo il figlio”, avrebbe chiesto l’uomo ai poliziotti.

Nel frattempo l’insegnante ha chiesto di incontrare i genitori del ragazzo per raccontare la sua versione e ripreso a lavorare mentre l’allievo è tornato sui banchi di scuola. Un’apparente normalità visto che sulla donna pendono accuse pesantissime.

Leggi anche: Fa sesso con un alunno 13enne: arrestata una professoressa di italiano di 40 anni

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vibo Valentia, picchiano un senza tetto e filmano la violenza: denunciati 6 minori
Cronaca / Rissa Fedez-Iovino: il video del pestaggio ripreso dalle telecamere di sorveglianza
Cronaca / Alessandro Impagnatiello in aula a Milano: “Così ho ucciso Giulia Tramontano”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vibo Valentia, picchiano un senza tetto e filmano la violenza: denunciati 6 minori
Cronaca / Rissa Fedez-Iovino: il video del pestaggio ripreso dalle telecamere di sorveglianza
Cronaca / Alessandro Impagnatiello in aula a Milano: “Così ho ucciso Giulia Tramontano”
Cronaca / Scarcerato il marito dell’influencer Siu. Ma resta indagato per tentato omicidio della moglie
Cronaca / Reggio Calabria, neonata trovata morta fra gli scogli
Cronaca / Benigni bacia il Papa: “Alle elezioni facciamo il campo largo, sulla scheda scrivete Francesco”
Cronaca / Aggredito in casa il giornalista Alberto Dandolo: “Smettila di rompere i cog**oni!”
Cronaca / La morte di Angelo Onorato è un giallo. La moglie: “L’hanno ucciso”. E spunta una lettera
Cronaca / Il marito dell’influencer Siu: “Il sangue zampillava. Non sono stato io, si è ferita da sola”
Cronaca / Allenatore piazza telecamera nascosta nello spogliatoio delle sue giocatrici: squalificato per 6 anni