Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:01
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Al ristorante anche a cena, cinema con tampone in zona rossa: il piano riaperture delle Regioni

Immagine di copertina

Le Regioni hanno predisposto le linee guida per il piano delle riaperture che sottoporranno al governo e al Cts per riaprire in sicurezza ristoranti, bar, piscine, palestre, cinema e teatri nel mese di maggio, come auspicato dal presidente del Consiglio Mario Draghi e dalle forze di governo.

Le proposte delle Regioni prevedono una serie di misure, relative a distanziamento, obbligo di protezione e limiti di capienza, che potrebbero consentire la ripartenza delle attività, se gli esperti le riterranno sufficienti a garantire la sicurezza, insieme al proseguimento della campagna vaccinale.

Secondo la bozza, anticipata su La Repubblica, per ristoranti e palestre le misure indicate “possono consentire il mantenimento dell’attività anche in scenari epidemiologici ad alto rischio” purché associate a “screening periodico del personale non vaccinato”, ovvero tamponi periodici per camerieri e cuochi ancora non vaccinati, ma anche per gli istruttori di nuoto e palestra.

Per quanto riguarda cinema e spettacoli dal vivo, invece, le misure si mantengono in scenari a “basso medio e alto rischio” se integrate con tamponi all’ingresso, test negativi effettuati nelle ultime 48 ore, completamento della vaccinazione. Ma ecco quali sono le proposte della bozza delle Regioni, categoria per categoria.

Ristoranti e bar

Nei ristoranti, la proposta è quella di privilegiare la prenotazione, assicurare i 2 metri di distanza tra i clienti al chiuso e almeno 1 metro all’aperto. Dopo le ore 14, nei bar, la consumazione deve avvenire al tavolo. Confermato l’obbligo di mascherina per i clienti quando non sono seduti. Via libera ai giornali da sfogliare e anche alle partite a carte, previa igienizzazione delle mani.

“Le misure”, si legge nella bozza messa a punto da un gruppo tecnico ristretto, “se rispettate, possono consentire lo svolgimento sia del servizio del pranzo, che della cena“. Le regole si applicherebbero a ogni tipo di esercizio di somministrazione di pasti e bevande, come “ristoranti, trattorie, pizzerie, self-service, bar, pub, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie” anche all’interno di stabilimenti balneari e nei centri commerciali e per  le attività di catering”. Riguardo ai buffet, la modalità self-service può essere eventualmente consentita “esclusivamente con prodotti confezionati in monodose”.

Palestre e piscine

Per quanto riguarda le palestre, le Regioni propongono l’apertura anche in zona rossa, ma tramite ingresso con prenotazione. Sarebbero consentiti solo i corsi “senza contatto fisico interpersonale”, quindi niente sport di contatto. Previsti 2 metri di distanza tra chi fa attività fisica e almeno 1 metro per le persone mentre non svolgono attività fisica.

Nelle piscine, la densità di affollamento in vasca si calcolerebbe assicurando almeno 7 metri quadri di superficie d’acqua per ciascuna persona. Bisognerà inoltre “organizzare gli spazi negli spogliatoi e docce in modo da assicurare le distanze di almeno 2 metri”

Cinema e teatri

Per cinema e teatri, la proposta delle Regioni prevede un metro di distanza (o due se le norme consentono agli spettatori seduti di non indossare la mascherine). Dalla misure sul distanziamento sarebbero esclusi familiari e conviventi. Le misure possono essere adottate – questa la premessa – anche nelle regioni ‘rosse’ “purché integrate con strategie di screening/testing”, ovvero tamponi all’ingresso, test negativi effettuati nelle ultime 48 ore, completamento della vaccinazione.

Leggi anche: 1. Riaperture, il calendario del governo: da maggio via libera ai ristoranti all’aperto. Ipotesi coprifuoco alle 23.30 /2. Decreto sostegni bis: gli aiuti non saranno più legati alla perdita di fatturato ma alle perdite reali /3. Cambio colori Regioni, domani il monitoraggio Iss: ecco cosa aspettarsi

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO
TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Due ragazze aggredite sul treno Milano-Varese: fermati i presunti stupratori
Cronaca / Covid, oggi 15.021 casi e 43 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / L'odontoiatra dal braccio in silicone: "Mi avete rovinato la vita"
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Due ragazze aggredite sul treno Milano-Varese: fermati i presunti stupratori
Cronaca / Covid, oggi 15.021 casi e 43 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / L'odontoiatra dal braccio in silicone: "Mi avete rovinato la vita"
Cronaca / Da lunedì al via il Super Green Pass: cosa cambia e tutte le regole
Cronaca / Covid, oggi 16.632 casi e 75 morti: tasso di positività al 2,6%
Cronaca / Chi è Guido Russo, il dentista No vax di Biella con il braccio in silicone: “Dovevo lavorare”
Cronaca / Milano, Gaia Romani cambia la targa di “assessore” con “assessora”: “Si parte dalle piccole cose”
Cronaca / Il conduttore di X Factor Ludovico Tersigni indagato per diffamazione dopo un post su Instagram
Cronaca / Eitan è tornato in Italia, 84 giorni dopo il sequestro: “Felice di essere a casa”
Cronaca / Covid, oggi 17.030 casi e 74 morti: tasso di positività al 2,9%