Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:32
Pirelli Summer Promo
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Pecchini: “Ho deciso di querelare i The Jackal. Ieri hanno presentato un libro sul calcio. Coincidenza?”

Immagine di copertina

Come anticipato a TPI nell’intervista condotta da Selvaggia Lucarelli, l’ex dirigente della Nazionale Cantanti, Gianluca Pecchini, ha deciso di querelare Ciro Prillo e Aurora Leone dopo il presunto episodio di sessismo denunciato dai due comici, che ha portato alle dimissioni di Pecchini dal ruolo.

S&D
[Leggi anche: “Aurora e Ciro hanno detto il falso su di me, li querelo. Ecco cosa è successo davvero alla Partita del Cuore”]

A TPI Pecchini ha spiegato che alla vigilia della partita del Cuore, quando il duo dei The Jackal – invitati all’evento dalla Fondazione piemontese per la ricerca sul cancro – hanno raccontato che l’ex dg aveva chiesto ad Aurora di allontanarsi dal Tavolo della Nazionale cantanti “in quanto donna”, si è creato un malinteso. I comici su di lui avrebbero “detto il falso”, provocando un inutile polverone mediatico.

Stando alla sua versione, Pecchini avrebbe domandato ad entrambi, e non solo alla donna, di cambiare tavolo per permettere al team della Nazionale Cantanti di preparasi con l’allenatore alla partita e di osservare i riti che celebrano ogni anno.  Oggi l’ex dirigente è tornato sui motivi della decisione.

“Come già avevo annunciato mercoledì scorso ho aspettato che i The Jackal dicessero la verità su quanto era accaduto veramente quella sera a cena con la Nazionale italiana cantanti di calcio, poi venerdì vedendo che non succedeva niente ho deciso di querelarli. Ieri sera loro hanno presentato un libro dal titolo ‘non sono bravo a giocare a calcio’ (“Non siamo mai stati bravi a giocare a pallone”, uscito il 31 marzo 2021 ndr) a ‘I Soliti Ignoti’, spero sia una causalità”, ha raccontato ad Adnkronos. 

La conferma dell’avvenuta querela è arrivata lunedì 31 maggio con una nota diffusa assieme all’avvocato Gabriele Bordoni, il quale ha dichiarato: “L’iniziativa assunta con querela per diffamazione aggravata presso la Procura di Torino è stata necessaria per ristabilire la verità dei fatti”. La denuncia è rivolta ad Aurora Leone e “a chi con lei mi ha leso nella reputazione”, ha spiegato Pecchini.

“Sei donna, non puoi stare qui, le donne non giocano”, secondo la versione di Aurora Leone sarebbe stata questa la frase che, la sera precedente alla partita, Pecchini le avrebbe rivolto, cacciandola dalla cena.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Processo Bochicchio, altro rinvio. E ora le parti civili puntano a far riaprire le indagini
Cronaca / Roma, allarme in hotel del centro per esalazioni tossiche: cinque intossicati
Cronaca / Roma, ragazza precipita da muro del Pincio: portata in codice rosso in ospedale
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Processo Bochicchio, altro rinvio. E ora le parti civili puntano a far riaprire le indagini
Cronaca / Roma, allarme in hotel del centro per esalazioni tossiche: cinque intossicati
Cronaca / Roma, ragazza precipita da muro del Pincio: portata in codice rosso in ospedale
Cronaca / TPI insieme a Domani per la libertà di stampa in Italia
Cronaca / L’influencer Elena Berlato aggredita e rapinata a Milano: “Sono finita in ospedale”
Cronaca / Gino Cecchettin: "Dopo la morte di Giulia volevo vendicarmi di Turetta"
Ambiente / Generali apre alla comunità l’Oasi Gregoriana affiliata al WWF, un’area naturalistica e agricola ricca di biodiversità
Cronaca / Autovelox non omologati, la Cassazione accoglie il ricorso: multa non valida
Cronaca / Premio Guido Carli: la festa dell’eccellenza italiana
Cronaca / Milano, violenze e torture nel carcere minorile Beccaria: arrestati 13 agenti penitenziari, altri 8 sospesi