Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:55
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Omicidio Luca Sacchi, sequestrato il cellulare della fidanzata Anastasiya

Immagine di copertina

Mercoledì 4 dicembre l'interrogatorio di Anastasiya Klyemnyk, la fidanzata del giovane ucciso il 23 ottobre

Luca Sacchi, si cerca il nome del finanziatore nel cellulare di Princi

Il nodo chiave utile per capire l’intreccio di compravendita di droga all’origine dell’omicidio del ragazzo romano Luca Sacchi potrebbe arrivare dalla rubrica segreta di Giovanni Princi e dal cellulare di Anastasiya, la fidanzata di Sacchi.

Cellulare di Anastasia sequestrato

Gli inquirenti che indagano sull’omicidio di Luca Sacchi hanno proceduto al sequestro del cellulare di Anastasiya. Intenzione di chi indaga è analizzare i contatti che la ragazza ha avuto nelle ultime settimane, anche via chat, con l’obiettivo anche di risalire alla persona che ha fornito a lei e a Giovanni Princi, ‘il cosiddetto finanziatore’ il pregiudicato amico di Luca finito in carcere, i 70 mila euro che sarebbero serviti all’acquisto di 15 chili di droga.

Inoltre, nella rubrica segreta di Princi, che si trovava con Valerio del Grosso, autore materiale del delitto la sera del 23 ottobre, potrebbe nascondersi il nome del finanziatore occulto dell’acquisto di 15 chili di marijuana all’origine dell’omicidio del 24enne personal trainer, morto davanti al pub John Cabot in via Bartoloni, a Colli Albani.

Princi, conosciuto da Sacchi dai tempi del liceo, dalla sera del delitto aveva limitato le comunicazioni, temendo di essere intercettato, e aveva un telefono nascosto.

I contatti tra Del Grosso e Princi

Il 30 novembre, però, gli inquirenti sono riusciti a trovare il secondo cellulare e lo hanno sequestrato con quello ufficiale, che era comunque intestato a un’utenza coperta e che dal 23 ottobre quasi non aveva generato traffico.

La rubrica e i messaggi del secondo cellulare potrebbero essere determinanti. Infatti, il punto centrale dell’indagine, ora che si è appurato che Del Grosso e Princi volevano rubare i 70mila euro per la droga ad Anastasiya Klyemnyk e hanno sparato a Sacchi che ha cercato di difendere la fidanzata, è capire da dove venivano i soldi che la donna aveva con sé.

Omicidio Luca Sacchi, gli ultimi indizi

Il magistrato Nadia Plastina nella richiesta d’arresto ipotizza che i 70mila euro siano stati forniti da un “finanziatore che aveva assoldato i giovani”.

Gli ultimi indizi portano alla stessa tesi: auto di Anastasiya (anche questa sequestrata), che sarebbe stata portata dove sarebbe dovuto avvenire lo scambio e predisposta per trasportare i 15 chili di marijuana; “l’ansia” mostrata da Princi nel dover spostare prima possibile quel mezzo, tra l’altro non suo, a tutti i costi e subito dopo il delitto, nonostante “l’amico fosse in rianimazione morente”.

Per la pm, la frenesia di Princi dipende dalla fretta “di incontrare il committente dell’operazione, per informarlo di quanto imprevedibilmente successo (la perdita dei soldi)”, oltre che dal voler nascondere l’auto agli investigatori e cancellare tracce di reati.

Leggi anche:
Omicidio di Luca Sacchi, i pm: un ‘finanziatore’ fornì i soldi per compare la droga
La ricostruzione dell’omicidio di Luca Sacchi
Chi è Anastasiya Kylemnyk, la fidanzata di Luca Sacchi, il ragazzo ucciso Roma il 23 ottobre scorso
La droga, le contraddizioni della fidanzata, il silenzio degli assassini: quello che non torna nell’omicidio di Luca Sacchi
“Qui non è il Bronx”: viaggio nell’Appio Latino di Roma, che piomba nell’orrore dopo l’omicidio di Luca Sacchi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Chiara Ferragni, nuove acquisizioni della Guardia di Finanza anche su caso Oreo
Cronaca / Bergamo, impenna la moto con i figli: multa da settemila euro
Cronaca / Omicidio Carol Maltesi, condannato all’ergastolo l’ex fidanzato Davide Fontana
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Chiara Ferragni, nuove acquisizioni della Guardia di Finanza anche su caso Oreo
Cronaca / Bergamo, impenna la moto con i figli: multa da settemila euro
Cronaca / Omicidio Carol Maltesi, condannato all’ergastolo l’ex fidanzato Davide Fontana
Cronaca / Incidente nella pista Porsche di Nardò: morto collaudatore di 36 anni
Cronaca / Pietro Genovese a processo per evasione dai domiciliari
Cronaca / Brianza, centro massaggi vieta l’ingresso agli uomini: “È svilente, chiedono sesso”
Cronaca / Catania, bambino di 5 anni frustato con un cavo elettrico: arrestate la madre e un’altra donna
Cronaca / Positivo all’alcol test dopo una cena al ristorante: patente ritirata anche se era a piedi
Cronaca / Regeni, si apre a Roma processo a quattro 007. Genitori: “Erano 8 anni che aspettavamo questo momento”
Cronaca / Allarme smog, in Lombardia tornano gli stop alle auto. Milano terza città peggiore al mondo per inquinamento, Sala si ribella