Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:51
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Obbligo vaccinale, green pass, divieti: ecco quando scattano le nuove misure

Immagine di copertina
Credit: ANSA/ FABIO FRUSTACI

Obbligo vaccinale, green pass, divieti: ecco quando scattano le nuove misure

Con le nuove misure introdotte dal governo nelle ultime settimane, sono cambiate ancora una volta le limitazioni e gli obblighi che i cittadini sono tenuti a rispettare al fine di limitare la diffusione della malattia da nuovo coronavirus (Covid-19). Ecco quali sono le misure già valide e quelle che ancora devono entrare in vigore:

Le nuove regole già in vigore:

— Obbligo per tutti i lavoratori pubblici e privati di green pass “base”, che limita l’accesso al posto di lavoro a chi è vaccinato, guarito o è risultato negativo a un tampone. La validità del green pass “base” è attualmente di 48 ore con un tampone antigenico, 72 ore con un tampone molecolare, nove mesi dall’ultima somministrazione per chi ha completato il ciclo vaccinale o da quando è guarito per chi ha contratto Covid-19. Da ieri, il green pass di chi è guarito viene sbloccato automaticamente dopo che un tampone, molecolare o antigenico, risulta negativo.

— Vaccino obbligatorio per il personale scolastico, le forze dell’ordine, il personale sanitario e i lavoratori esterni delle Residenze sanitarie assistenziali (Rsa). Il personale sanitario e socio-sanitario è inoltre soggetto all’obbligo della dose di richiamo, la cosiddetta “terza dose”.

— Mascherina obbligatoria anche all’aperto in tutta Italia. Sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza (aerei, treni, navi) e sul trasporto pubblico locale (autobus, metro) è obbligatorio indossare la mascherina Ffp2.

— Obbligo di green pass “rafforzato” per accedere a diverse attività, limitate solo a chi è vaccinato o guarito da Covid-19. Si tratta di bar e ristoranti al chiuso (anche per consumare al bancone), locali di intrattenimento (cinema, teatri, sale da concerto, circhi, arene), stadi, palazzetti dello sport, palestre e piscine al chiuso. In alcuni luoghi al chiuso come cinema e teatri oltre che in occasione degli eventi sportivi al chiuso è inoltre vietato il consumo di cibi e bevande.

— Discoteche chiuse fino al 31 gennaio. Vietate fino alla stessa data anche le feste all’aperto.

— Limite della capienza massima negli stadi al 50% dei posti, e al 35% per gli impianti al chiuso.

— Riduzione o azzeramento della durata della quarantena per contatti stretti vaccinati e guariti: chi ha ricevuto due o tre dosi del vaccino anti-Covid (o è guarito) da meno di quattro mesi ed è entrato a contatto con una persona risultata positiva alla malattia non deve più osservare un periodo di quarantena. Chi non è obbligato alla quarantena deve comunque osservare un periodo di “autosorveglianza”, in cui è tenuto a comunicare al medico eventuali sintomi, e per 10 giorni è obbligato a indossare la mascherina Ffp2. Solo nel caso in cui manifesta sintomi, è tenuto a sottoporsi a tampone 5 giorni dopo l’esposizione.

Chi è guarito o ha ricevuto due dosi di vaccino da più di quattro mesi, deve invece osservare un periodo di quarantena di cinque giorni, e non più di sette, nel caso sia entrato a contatto con una persona poi risultata positiva. Al termine dei cinque giorni, può uscire dalla quarantena se risulta negativo al tampone.

Per i non vaccinati entrati a contatto con un positivo invece la quarantena rimane a 10 giorni ed è richiesto il tampone negativo per uscirne.

— Per i positivi asintomatici la durata della quarantena è di 10 giorni, con obbligo di tampone, molecolare o antigenico dopo 10 giorni. Se risulta negativo, l’isolamento finisce. Per i positivi sintomatici la quarantena dura 10 giorni dalla comparsa dei primi sintomi ed è richiesto il tampone, molecolare o antigenico, tre giorni dopo la scomparsa dei sintomi.

Per chi ha ricevuto due o tre dosi di vaccino (o è guarito) da meno di quattro mesi, ed è asintomatico da almeno tre giorni, la quarantena è ridotta da 10 a 7 giorni. Per uscire dalla quarantena è richiesto il tampone, molecolare o antigenico.

— Se la regione di residenza passa in zona arancione (che scatta quando vengono superati i 150 casi settimanali ogni 100.000 abitanti, il 30% di letti occupati da pazienti Covid in area medica e il 20% in terapia intensiva), chi non è vaccinato o guarito, e non ha ricevuto perciò il green pass “rafforzato” potrà uscire dal proprio comune solo per motivi di “lavoro, necessità, salute o per servizi non sospesi ma non disponibili nel proprio comune”. Inoltre non potrà accedere agli impianti di risalita delle piste da sci, ai centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi, partecipare ai corsi di formazione in presenza o praticare sport di contatto.

Da sabato 8 gennaio

— Entra in vigore l’obbligo vaccinale per chi ha più di 50 anni. È prevista una sanzione di 100 euro per chi non si vaccina entro il 1° febbraio.

— L’obbligo vaccinale è esteso anche al personale universitario.

Da lunedì 10 gennaio

— Scatta fino alla fine dello stato d’emergenza (31 marzo) l’obbligo del green pass “rafforzato” per accedere a: servizi di ristorazione anche all’aperto, mezzi di trasporto a lunga percorrenza (aerei, treni, navi) e sul trasporto pubblico locale (autobus, metro), palestre e piscine anche all’aperto, alberghi e strutture ricettive, impianti di risalita delle piste da sci, feste per cerimonie civili o religiose, sagre e fiere, centri culturali e centri sociali per attività anche all’aperto.

— Si riducono i tempi per il richiamo del vaccino: la terza dose si potrà ricevere a quattro mesi, invece che cinque, dalla seconda.

Dal 20 gennaio

— Scatta l’obbligo di green pass “base” (rilasciato anche a chi risulta negativo al tampone) per i clienti di parrucchieri, barbieri e centri estetici.

Dal 1° febbraio

— L’obbligo del green pass “base” è esteso anche ai clienti di: uffici pubblici, servizi postali, bancari e finanziari e attività commerciali. Sono esclusi dall’obbligo i clienti dei negozi che vendono alimentari e che “soddisfano le esigenze essenziali e primarie della persona”, come le farmacie, i tabaccai e i ferramenta.

— La durata del Green pass si riduce da nove a sei mesi dall’ultima somministrazione per chi ha completato il ciclo vaccinale o da quando è guarito per chi ha contratto Covid-19.

Dal 15 febbraio

— Entra in vigore l’obbligo di green pass “rafforzato” per tutti i lavoratori che hanno più di 50 anni, valido fino al 15 giugno. Per ottenere entro questa data la certificazione, rilasciata solo a chi è vaccinato o guarito da Covid-19, è necessario ricevere almeno una dose del vaccino entro il 31 gennaio.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Francesca Amadori licenziata per le assenze ingiustificate: “Non lavorava da inizio dicembre”
Cronaca / Green pass, dalle tabaccherie alle librerie: dove è obbligatorio e dove no
Cronaca / Covid, oggi 83.403 casi e 287 morti: tasso di positività al 15,4%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Francesca Amadori licenziata per le assenze ingiustificate: “Non lavorava da inizio dicembre”
Cronaca / Green pass, dalle tabaccherie alle librerie: dove è obbligatorio e dove no
Cronaca / Covid, oggi 83.403 casi e 287 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Cani Violenti, un podcast di Piano P che racconta risse, pestaggi, incontri clandestini e lo spazio della ferocia nella provincia italiana
Roma / Transfer Service Rome: soluzione Top Class per spostamenti nella Capitale
Cronaca / È morta l’ultima figlia (illegittima) di Mussolini: chi era Elena Curti
Cronaca / Covid, intera famiglia stroncata dal virus: non erano vaccinati
Cronaca / No vax pentito scrive un libro: “Ho creduto di morire, spero di convincere i dubbiosi”
Cronaca / Fabio Fazio contro i no vax: “Disinformazione riempie ospedali, non si può dare spazio”
Cronaca / Bassetti: “Tutti prenderanno la variante Omicron entro l’inizio dell’estate”