Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:48
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Napoli, 43 operai segregati in un laboratorio senza finestre né bagno: arrestato imprenditore

Immagine di copertina

Tra loro una donna incinta e alcuni minorenni. I carabinieri, in seguito alle indagini che hanno portato all’arresto dell’imprenditore, hanno sequestrato l’intero locale

Napoli, 43 operai segregati in un laboratorio: arrestato imprenditore

Un imprenditore di Melito, in provincia di Napoli, è stato arrestato dai carabinieri del Nas con l’accusa di sfruttamento del lavoro, sequestro di persona e intermediazione illecita.

L’uomo, stando alle accuse, teneva 43 persone, fra cui anche una donna incinta e 2 minorenni, in condizioni disumane per 6 ore al giorno. Lavoratori in nero, segregati in un locale angusto, senza servizi igienici e finestre.

I 43 operai sarebbero tutti di nazionalità italiana. Le sanzioni per le violazioni sulle condizioni sanitarie e di sicurezza sul lavoro ammontano a 600mila euro.

I carabinieri, in seguito alle indagini che hanno portato all’arresto dell’imprenditore, hanno sequestrato l’intero locale, dove i lavoratori venivano obbligati a lavorare pellami per note firme di moda.

La struttura dove l’imprenditore avrebbe tenuto i 43 operai in queste condizioni si nascondeva dietro una porta blindata. Un secondo laboratorio segreto, dunque, adiacente a quello ufficiale.

Le attrezzature all’interno del laboratorio, secondo le stime degli investigatori, varrebbero circa 2,5 milioni di euro.

I carabinieri hanno comminato sanzioni per 600mila euro. “Ho sbagliato”, avrebbe detto l’imprenditore ai militari. L’arresto, ai domiciliari, è stato chiesto dalla Procura di Napoli Nord e convalidato dal giudice per le indagini preliminari.

Leggi anche:
“Faccio la commessa per 3,20€ l’ora, a nero e senza tutele: questa è l’Italia dei 30enni”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Lo spot sul Parmigiano Reggiano fa arrabbiare il web: “Sfruttamento del lavoro”. L’azienda: “Lo cambieremo”
Cronaca / Covid: Bolzano in zona gialla da lunedì, cinque regioni a rischio entro Natale
Cronaca / “Noi studenti schiavi della lode”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Lo spot sul Parmigiano Reggiano fa arrabbiare il web: “Sfruttamento del lavoro”. L’azienda: “Lo cambieremo”
Cronaca / Covid: Bolzano in zona gialla da lunedì, cinque regioni a rischio entro Natale
Cronaca / “Noi studenti schiavi della lode”
Cronaca / “La biblioteca che batte l’algoritmo”: intervista a Maranesi, il rettore più giovane d’Italia
Cronaca / Militante della Lega arrestata per traffico di droga: sequestrati 450 chili di hashish
Cronaca / Le università sono diventate delle palestre di sfruttamento
Cronaca / La guerra quotidiana nelle scuole di periferia
Cronaca / Controlli dei Nas in tutta Italia, 281 sanitari lavoravano senza vaccino. Sospesi
Cronaca / “Se non ti laurei sei un fallito”: ritratto di una generazione schiacciata dal successo a ogni costo
Cronaca / Super Green pass, cosa cambia dal 6 dicembre: tutte le regole | VIDEO