Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:35
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Una matita arcobaleno per i diritti Lgbt al posto della scritta: “Il preside è gay”

Immagine di copertina

Sul muro imbrattato di un liceo di Ravenna è apparsa la dedica all'amore del disegnatore Urka

Ravenna, il murale arcobaleno sul muro di una scuola

Un murale arcobaleno per superare l’omofobia: è quello apparso sul muro del Liceo Scientifico Oriani, a Ravenna, che qualche mese fa alcuni studenti della scuola avevano imbrattato con una scritta contro il preside.

La frase che campeggiava sul muro della scuola era: “Il preside è gay”.

E così, il dirigente scolastico, l’assessorato alla Pubblica istruzione del Comune e dalla Provincia e  l’Università di Bologna hanno indetto un concorso per disegnatori e street artist volto a coprire la scritta discriminatoria con un murale in favore dei diritti Lgbt.

A vincere la competizione è stato Davide D’Angelo, disegnatore di Ascoli Piceno, che sul muro del liceo ha disegnato una lunga matita arcobaleno accompagnata da una celebre frase del cantautore David Bowie: “The greatest thing you’ll ever learn is just to love and be loved in return“.

La cosa più grande che tu possa imparare è amare e lasciarti amare“, come cantava Bowie nel brano “Nature Boy”, che fa anche parte della colonna sonora del film “Mouline Rouge”.

L’artista urbano Davide D’Angelo, in arte Urka, è stato votato dagli stessi 470 studenti del liceo scientifico e da una giuria composta dal dirigente, da una professoressa e da un docente di storia dell’arte dell’Università di Bologna, che hanno selezionato il vincitore tra 19 partecipanti.

Oltre a ottenere lo spazio espositivo e il sostegno alle spese per la realizzazione del disegno, Urka si è anche aggiudicato un assegno di 1000 euro da parte del comune.

Il neo ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, ha commentato l’iniziativa con una lettera, inviata all’istituto scolastico.

“Questo murale è il simbolo della vostra capacità di reagire, di accogliere e aiutare chi ha pensato che le parole fossero solo parole, che una scritta fosse solo una scritta. La vostra comunità ha dimostrato che è possibile trasformare in bellezza persino un gesto inaccettabile e che agli attacchi si risponde sempre con rinnovato impegno nella costruzione di un contesto scolastico privo di violenza verbale e fisica, di ogni forma di discriminazione, di pregiudizi e disuguaglianze”, ha scritto Fioramonti.

Scrivono al preside “sei gay” sul muro del liceo. E lui non cancella: “Non la ritengo un’offesa”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 149.512 casi e 248 morti. Tasso di positività al 16,1%
Cronaca / Dopo ansia e depressione causate dalla pandemia, spopola il mercato della tranquillità. Ecco cos’è e quanto spendiamo
Cronaca / Alzano e Nembro, la perizia di Crisanti ai pm: “Con zona rossa 4mila morti in meno”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 149.512 casi e 248 morti. Tasso di positività al 16,1%
Cronaca / Dopo ansia e depressione causate dalla pandemia, spopola il mercato della tranquillità. Ecco cos’è e quanto spendiamo
Cronaca / Alzano e Nembro, la perizia di Crisanti ai pm: “Con zona rossa 4mila morti in meno”
Cronaca / Melandri ritratta: “Non ho preso volontariamente il Covid, era solo una battuta”
Cronaca / Covid, Locatelli (Cts): “Curva sta rallentando. Vaccinazioni con numeri straordinari”
Cronaca / Covid, oggi 180.426 casi e 308 morti. Tasso di positività al 14,8%
Cronaca / Arriva il caro-colazione, per Assoutenti: “Al bar un euro e 50 per un caffè”
Cronaca / Marco Melandri: “Ho preso il Covid volontariamente per non vaccinarmi e avere il green pass”
Cronaca / Vladimir Luxuria a TPI: “Mi sento donna anche col pene”
Cronaca / Cannabis light, Luca Fiorentino a TPI: “In Europa si fanno leggi per aprire, da noi si cercano trabocchetti per chiudere”