Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Torino, muore in un incidente stradale: l’assicurazione risarcisce sia la moglie che l’amante

Immagine di copertina
Credit: un frame del film "Forever Young"

Muore in un incidente stradale: l’assicurazione risarcisce moglie e amante

Risarcite sia la moglie che l’amante di un uomo morto in un incidente stradale: è quanto stabilito da una compagnia assicurativa, che ha riconosciuto gli stessi diritti a entrambe le donne.

Secondo quanto ricostruito, l’uomo, un operaio di 39 anni di Torino deceduto in un incidente sull’Autostrada del mare nel Cuneese nell’autunno 2020, era sposato da tre anni e padre di un bambino piccolo. Contemporaneamente, però, la vittima intratteneva una relazione con un’altra donna con la quale condivideva anche un appartamento in affitto.

La moglie, infatti, era spesso fuori città per motivi di lavoro, giorni che il 39enne trascorreva con la sua amante. Ovviamente entrambe le donne erano all’oscuro della doppia vita dell’uomo.

La verità è venuta fuori proprio nel momento in cui il 39enne è morto e quando entrambe le donne hanno chiesto il risarcimento alla compagnia assicurativa.

“Nessuno avrebbe potuto negare la legittimazione ad agire a quella donna che si era qualifica come ‘fidanzata della vittima’ e con cui, di fatto l’uomo viveva tre giorni su sette, dedicando gli altri quattro all’altra famiglia” ha dichiarato Gino Arnone, l’avvocato dell’amante dell’uomo.

“Lei stessa è riuscita a dimostrare che con quell’uomo aveva un’aspettativa di vita insieme, conprogetti per il futuro, esattamente come per la consorte legittima. Ha dimostrato che c’era la stessa intensità di affetti e anche una convivenza”. Ecco perché entrambe le donne sono state risarcite con una somma che non è stata divisa tra entrambe le parti, ma semplicemente duplicata.

Leggi anche: Il figlio di Costacurta e Colombari: “Sono stato picchiato dalla polizia, mi hanno perforato un timpano”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Neve a bassa quota e gelo artico, torna l'inverno sull'Italia
Cronaca / Navigatore solitario disperso in mare tra Grecia e Italia: salvato dalla Guardia Costiera
Cronaca / Omicidio Mollicone, la testimone: “Serena ha litigato con un ragazzo il giorno della scomparsa”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Neve a bassa quota e gelo artico, torna l'inverno sull'Italia
Cronaca / Navigatore solitario disperso in mare tra Grecia e Italia: salvato dalla Guardia Costiera
Cronaca / Omicidio Mollicone, la testimone: “Serena ha litigato con un ragazzo il giorno della scomparsa”
Cronaca / Montepulciano, 23enne morto sul lavoro: è stato colpito al petto da un tubo di ferro
Cronaca / Milano, abusi su bambine in una scuola materna: maestro arrestato
Cronaca / Napoli, traghetto da Capri urta banchina: una trentina i feriti, uno in codice rosso
Cronaca / Marco Luis (“il bodybuilder più pompato di sempre”) è morto a 46 anni per cause ignote
Cronaca / Armato a San Pietro: arrestato a Roma super ricercato
Cronaca / Come si entra nei Servizi segreti? Ecco il bando per nuovi 007
Cronaca / In 2 anni 32.500 posti in meno negli ospedali italiani