Milano: vigilante spara al figlio tredicenne della compagna

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 10 Giu. 2019 alle 09:13 Aggiornato il 10 Giu. 2019 alle 09:16
0
Immagine di copertina

Cronaca Milano: spara al figlio della compagna. Arrestato vigilante 

Milano vigilante spara figlio compagna – Gli ha sparato un colpo al braccio al termine di una lite. Il fatto di cronaca si è verificato nella tarda serata di ieri, domenica 9 giugno, a Milano, precisamente tra via Marco Aurelio e via Pietro Crespi.

A fare fuoco è stato un vigilante di 45 anni, Angelo Di Matteo, il quale ha colpito il figlio tredicenne della sua compagna, reo, a quanto pare, di essere intervenuto durante una lite tra l’uomo e la mamma del ragazzo.

La vittima, trasportata all’ospedale Niguarda di Milano, è in condizioni gravi, ma non è in pericolo di vita. La pallottola gli ha perforato il bicipite sinistro.

I fatti si sono svolti intorno alle 22.30 di domenica 9 giugno quando il ragazzo è intervenuto per sedare una lite tra la mamma e il suo compagno, il quale, secondo quanto riferito dalla donna, era ubriaco.

La guardia giurata poi ha inseguito la vittima e gli ha inferto un solo colpo di pistola.

Successivamente, l’aggressore è fuggito, ma all’altezza di via Giacosa è stato intercettato dai carabinieri.

Inizialmente, il vigilante di Milano ha puntato la sua pistola contro le forze dell’ordine senza sparare, poi ha gettato l’arma e si è arreso senza resistenze.

L’uomo è stato poi portato in caserma, dove nel corso della notte è stato ascoltato dagli inquirenti.

Per lui l’accusa è di tentato omicidio.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.