Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:51
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Meteo, caldo record preoccupa gli esperti: “Mai visti 10-12 giorni di fila sopra i 35°”

Immagine di copertina

“La preoccupazione non è tanto sulla singola giornata di caldo record, ma per la durata. Valori superiori ai 35 gradi per 10-12 giorni consecutivi, come sta avvenendo a Milano e Roma e in altre città italiane, non si erano mai registrati”. È l’analisi fatta al Corriere da Antonio Sanò, direttore e fondatore di IlMeteo.it, che ha commentato le ultime temperature registrate in Italia a partire dal primo giugno.

Un caldo record che non accenna a diminuire, anzi, le previsioni per i prossimi giorni parlano di una terza ondata di calore. Secondo i meteorologi nei prossimi giorni le temperature potrebbero battere numerosi record per le temperature massime del mese di giugno e in alcune aree interne delle regioni meridionali, in particolare nel Foggiano, si potrebbero toccare anche i 43 gradi. Bollente anche il Nord, con temperature che sfioreranno i 40 °C in pianura padana. Nelle città il caldo sarà accentuato a causa della presenza di cemento e asfalto, che provocano il fenomeno delle «isole di calore», dove le temperature sono di 2-3 gradi maggiori rispetto alle zone agricole circostanti. La temperatura sarà quasi ovunque sopra i 20 gradi, soglia oltre la quale gli esperti parlano di «notti tropicali», regno dell’afa e del disagio fisiologico.

«L’anticiclone africano fino a 20-30 anni fa era l’eccezione nelle nostre aree, che invece erano dominate in estate dall’anticiclone delle Azzorre, sempre caldo ma con temperature meno bollenti», spiega l’esperto. «Ogni tanto arrivavano gli anticicloni africani, che facevano salire le temperature. Ma il fenomeno durava qualche giorno. Poi la durata è passata a una settimana, ora siamo a dieci giorni e in taluni casi il caldo prosegue fino a due settimane».

Martedì in alcune città italiane si potrebbero superare i record delle temperature massime registrati in gran parte nel 2003. A Bologna sono previsti 36 gradi, così come a Milano e in molte città di Veneto ed Emilia. Al Centro-Sud le temperature cominceranno a crescere nei giorni successivi con valori massimi fino a 38 gradi a Roma, 37 a Firenze, 40 a Foggia, Matera, Catanzaro, Taranto e nelle zone interne di Sicilia e Sardegna.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Iscritta all’università da 18 anni senza laurearsi, il giudice: “Stop ai soldi del padre”
Cronaca / Covid, aumentano i casi e i ricoveri. Speranza: “Mascherine raccomandate, in autunno vaccino per le varianti”
Cronaca / Bambina di cinque anni ascolta la voce di Gigi D’Alessio e si risveglia dal coma
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Iscritta all’università da 18 anni senza laurearsi, il giudice: “Stop ai soldi del padre”
Cronaca / Covid, aumentano i casi e i ricoveri. Speranza: “Mascherine raccomandate, in autunno vaccino per le varianti”
Cronaca / Bambina di cinque anni ascolta la voce di Gigi D’Alessio e si risveglia dal coma
Cronaca / Saldi estivi 2022: il calendario regione per regione. Date, inizio
Cronaca / Salva moglie e figli in mare ma ha un infarto: muore papà eroe
Cronaca / Venezia, si entra su prenotazione: da agosto la sperimentazione. Nel 2023 arriva il ticket
Cronaca / Paola Turci vittima di insulti omofobi dopo l’annuncio del matrimonio con Francesca Pascale
Cronaca / Pirlo beffato dall’oligarca russo a Forte dei Marmi: versa la caparra di mezzo milione ma niente villa
Cronaca / Genova, cameriera chiede il pagamento dello stipendio: “Picchiata dai titolari del ristorante”
Cronaca / “Ero condannato all’ergastolo, ora produco drill e trap”: storia dell’etichetta discografica nata nel carcere di Bollate