Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:33
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Caso dell’infermiera killer di Piombino, ergastolo per Fausta Bonino

Immagine di copertina

Venerdì 19 aprile 2019 il tribunale di Livorno ha emesso una condanna all’ergastolo nei confronti di Fausta Bonino, 57 anni, l’infermiera accusata di aver ucciso alcuni suoi pazienti ricoverati nell’ospedale di Piombino.

La storia dell'”infermiera killer” di Piombino, in Toscana, fece molto discutere l’Italia. I fatti risalirebbero al periodo compreso tra settembre 2014 e settembre 2015.

Secondo le accuse, l’infermiera avrebbe utilizzato alcune dosi di eparina, un anticoagulante molto utilizzato nelle strutture ospedaliere, per uccidere i pazienti in questione. Una sostanza che era stata rinvenuta, durante l’autopsia, proprio nel corpo di quattro dei pazienti morti.

Per questo motivo, la procura aveva accusato Bonino di omicidio plurimo aggravato e continuato, ma anche di abuso d’ufficio e ricettazione. Per lei, che ha sempre detto di essere innocente, era stato chiesto l’ergastolo. La difesa, invece, aveva chiesto l’assoluzione.

I suoi avvocati difensori, che avevano chiesto l’assoluzione, avevano ottenuto il rito abbreviato. I giudici di primo grado hanno ritenuto colpevole la donna di quattro omicidi, sui dieci contestati dall’accusa. Per gli altri sei episodi “il fatto non sussiste”.

Nei suoi confronti è arrivata quindi la condanna all’ergastolo per omicidio plurimo. Per l’accusa di abuso d’ufficio, invece, Bonino è stata assolta.

La sentenza è stata letta in aula dopo circa cinque ore di camera di consiglio. L’infermiera era presente, insieme al marito e a uno dei due figli. Dopo aver conosciuto la decisione dei giudici, è scoppiata in lacrime. “Non è giusto – ha detto – io non ho fatto nulla”.

“Questa sentenza – ha dichiarato l’avvocato della donna – ci lascia perplessi. Certamente faremo appello”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 4.598 casi e 50 morti: il bollettino del 27 ottobre 2021
Cronaca / Bassetti: "Favorevole al lockdown per i non vaccinati"
Cronaca / I voli di Ita Airways non possono atterrare quando c’è la nebbia
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 4.598 casi e 50 morti: il bollettino del 27 ottobre 2021
Cronaca / Bassetti: "Favorevole al lockdown per i non vaccinati"
Cronaca / I voli di Ita Airways non possono atterrare quando c’è la nebbia
Cronaca / Cammina nudo in tangenziale: talento della pallanuoto causa incidente a Roma
Cronaca / Covid, oggi 4.054 casi e 48 morti: tasso di positività allo 0,6%
Cronaca / Alluvione Catania, ospedale Garibaldi in ginocchio inondato dall’acqua | VIDEO
Cronaca / Pesante nubifragio si abbatte su Catania: un morto, strade inondate e blackout
Cronaca / Frosinone, tabaccaio trova ladri in casa e ne uccide uno a fucilate: indagato
Cronaca / Pugno duro di Mattarella sui no vax: “No a teorie antiscientifiche di pochi violenti”
Cronaca / Verona, madre uccide le due figlie di 3 e 11 anni in una casa-famiglia e fugge