Covid ultime 24h
casi +28.352
deceduti +827
tamponi +222.803
terapie intensive -64

Pisa, auto si schianta contro bus e prende fuoco: muore 32enne

Di Marco Nepi
Pubblicato il 1 Mar. 2019 alle 11:21 Aggiornato il 1 Mar. 2019 alle 11:21
0
Immagine di copertina

Un tremendo incidente stradale si è verificato nella serata di giovedì 28 febbraio a Pontedera, in provincia di Pisa.

Un’auto si è scontrata contro un bus di linea: lo schianto è stato devastante, come si può vedere dalle fotografie dei vigili del fuoco intervenuti.

L’auto, con a bordo un ragazzo di 32 anni, morto dopo essere stato sbalzato fuori dall’abitacolo, ha preso fuoco. Il giovane è morto sul colpo.

La vittima, Gilberto Biasci, era stato giornalista de La Nazione ed era il figlio dell’ex sindaco di Lari Paolo Biasci.

Continua sotto la foto

I soccorsi hanno lavorato a lungo per estrarre dal bus il conducente, che è stato trasportato d’urgenza in ospedale: è in gravi condizioni ma, a quanto si apprende, non in pericolo di vita.

Continua sotto la foto

Le indagini sono in corso per ricostruire la dinamica dell’incidente mortale: per consentire agli inquirenti di svolgere i rilievi la strada, viale America, è stata chiusa al traffico in entrambi i sensi di marcia per diverse ore.

Stranziante il racconto di quanto accaduto pubblicato dagli ex colleghi di Gilberto Biasci su La Nazione: “È morto a fianco della propria auto che stava andando a fuoco. Sbalzato fuori dalla Panda mentre il fumo stava velocemente annunciando le fiamme”.

Si legge ancora: “È finita così la vita di Gilberto Biasci, 32enne, figlio dell’ex sindaco di Lari Paolo Biasci ed ex collaboratore de La Nazione, poco prima delle 20, in via America a Pontedera, quando la sua auto si è scontrata, per cause in corso di accertamento, con un pullman di linea. Un impatto micidiale, tanto che i pezzi dell’auto erano disseminati nel raggio di oltre una cinquantina di metri sulla carreggiata”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.