Me

Milano, pullman con 30 bambini a bordo esce di strada e si ribalta nella zona di Besate

La notizia arriva dal sito del 118, che ha inviato sul posto decine di mezzi di soccorso dopo una chiamata al numero di emergenza

Di Maria Teresa Camarda
Pubblicato il 17 Ott. 2019 alle 16:22 Aggiornato il 17 Ott. 2019 alle 20:16
Immagine di copertina

Incidente a Besate, bus con 30 bambini a bordo esce di strada e si ribalta

Sette persone, tra cui tre 15enni, hanno riportato lievi contusioni a causa di un incidente avvenuto questo pomeriggio, 17 ottobre, sulla statale 526 all’altezza del comune di Besate (Milano), dove un bus di linea è uscito di strada con quasi 50 passeggeri a bordo, molti dei quali studenti liceali che stavano tornando a casa dopo la scuola (e non bambini, come riferito in un primo momento).

Le prime notizie fornite dal 118 avevano creato grande allarmismo, dato che l’Areu (Azienda regionale emergenza urgenza) aveva parlato di un incidente con quasi 30 bambini coinvolti, seppure in condizioni non preoccupanti, ma in breve tempo i carabinieri intervenuti hanno accertato che il passeggero più giovane aveva 15 anni. E 15 anni hanno tre dei contusi accompagnati agli ospedali di Pavia, Magenta, Vigevano, mentre gli altri quattro sono adulti (le generalità precise non sono state riferite).

L’errore di valutazione sull’età degli studenti, giudicati bambini di 10-12 anni, sarebbe nato dalla prima telefonata arrivata al 118 subito dopo l’incidente. “Chi ha chiamato – fanno sapere gli operatori – aveva una voce davvero molto giovane”.

L’autobus su cui viaggiavano era della ditta Stav e stava percorrendo la tratta Abbiategrasso-Motta Visconti. Secondo quanto ricostruito finora dai carabinieri della stazione di Motta Visconti, il conducente del mezzo sarebbe finito nella cunetta al lato della strada per evitare un’auto che aveva invaso la sua corsia provenendo dalla direzione opposta. L’autista si è allargato sulla destra ma lo spazio non è stato sufficiente per contenere le ruote. Il movimento repentino e il conseguente urto hanno causato la caduta di alcuni passeggeri che hanno riportato, come nel caso dei sette medicati, contusioni giudicate poco preoccupanti.

L’Areu ha dichiarato la “maxiemergenza”, un protocollo sanitario che entra in azione con un elevato numero di persone coinvolte in un incidente. In questo caso, in virtù di un quadro clinico “semplice”, i paramedici hanno effettuato la maggior parte dei controlli sul posto. L’uomo alla guida è stato trovato negativo all’alcol test e si è sottoposto volontariamente al prelievo del sangue per il drug test.

Gli investigatori stanno ultimando i rilievi ma ritengono che si sia trattato di un incidente con una responsabilità limitata. Anzi, per alcuni la manovra del conducente potrebbe aver evitato un impatto molto più grave e quindi aver salvato le persone che stava trasportando.

Al via l’obbligo del dispositivo antiabbandono per il seggiolino in auto dei bambini