Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:40
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Treviso, l’imam colpiva a bastonate i bambini che non imparavano il Corano: allontanato dalla provincia

Immagine di copertina

Treviso, imam colpiva a bastonate i bambini che non imparavano il Corano

IMAM BASTONATE BAMBINI – L’imam picchiava e colpiva a bastonate i bambini che non sapevano il Corano. È la terribile vicenda che emerge dal Trevigiano, dove una guida spirituale, Omar Faruk, 36 anni, bengalese, è finita al centro di un’indagine dei carabinieri e allontanato dalla provincia. L’uomo, imam del centro islamico di Pieve di Soligo, comune di circa 12mila abitanti, puniva i piccoli allievi con un bastone rivestito di nastro isolante e utilizzava metodi educativi estremamente violenti, arrivando anche a minacciare di tagliere un orecchio.

Imam bastonate bambini, indagato per maltrattamenti e violenza privata

Le vittime delle violenze, come raccontato dal Corriere del Veneto, erano bambini di età compresa tra i 5 e i 10 anni. Il 36enne è finito al centro di un’indagine dei carabinieri di Vittorio Veneto dopo le segnalazioni arrivate dalle insegnanti di alcuni allievi. Le docenti a scuola avevano notato i lividi sul corpo dei piccoli.

I bambini hanno poi confessato alle insegnanti che a picchiarli e a provocare i lividi era stato proprio l’imam del centro islamico dove frequentavano la scuola coranica. Nel corso delle lezioni i piccoli imparavano le sure del testo sacro.

L’imam è ora indagato con l’accusa di maltrattamenti su minori e violenza privata: per lui è scattata la misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Treviso.

> Tutte le notizie di cronaca di TPI

I bambini che non si impegnavano a fondo o avevano difficoltà ad apprendere o memorizzare le parole del Corano venivano colpiti con schiaffi, calci, bastonate, o subivano tirate di capelli.

Sul caso è intervenuto anche il sindaco di Pieve di Soligo, Strefano Soldan. “Sono molto dispiaciuto per quanto accaduto”, ha detto il primo cittadino. “La situazione è molto delicata, perché coinvolge dei bambini. Purtroppo le mele marce si trovano ovunque. Con la comunità islamica, e in particolare bengalese che è molto numerosa a Pieve di Soligo, abbiamo sempre avuto ottimi rapporti e dispiace che sia potuto accadere questo. Cercheremo di capire come fare a tutelare i bambini”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Milano, sceglie una persona a caso e la spinge sui binari della metro mentre arriva il treno: arrestata
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Milano, tabaccaio ruba a un cliente un Gratta e vinci da 100mila euro: indagato per truffa
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Milano, sceglie una persona a caso e la spinge sui binari della metro mentre arriva il treno: arrestata
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Milano, tabaccaio ruba a un cliente un Gratta e vinci da 100mila euro: indagato per truffa
Cronaca / Investe un cinghiale, morto 17enne nel casertano: guidava l’auto senza patente
Cronaca / Pullman scoperto della Roma: le strade chiuse oggi, deviazioni, metro chiusa, bus
Cronaca / Donna uccisa a coltellate a Vittoria, fermato il killer: “Omicidio casuale”
Cronaca / “Impossibile ignorare quelle fanciulle in fiore”: polemiche sul libro del prof che ha dato della “zoccoletta” a un’alunna
Cronaca / Stromboli, domato l’incendio scoppiato sul set di una fiction con Ambra Angiolini
Cronaca / Falcone spiato, dopo l’inchiesta di TPI presentata un’interrogazione in Senato
Cronaca / Regione Lazio, via libera alla legge sui diritti delle persone con disabilità