Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:52
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Green pass, la lista dei luoghi dove sarà obbligatorio: dai ristoranti al chiuso alle discoteche

Immagine di copertina
Credit: Ansa

Il governo sembra aver chiuso l’accordo per il nuovo decreto che sarà approvato in settimana e che renderà obbligatorio il green pass per accedere a discoteche e ristoranti al chiuso. A dare notizia di questi ultimi sviluppi è un articolo di Monica Guerzoni e Fiorenza Sarzanini sul Corriere della Sera. La lista dei luoghi dove accedere con il lasciapassare sarebbe già pronta, e la cabina di regia prevista per martedì, secondo quanto riporta il quotidiano, servirà a mettere a punto solo gli ultimi dettagli.

L’obiettivo del governo è mantenere tutta l’Italia in bianco almeno fino a Ferragosto ed evitare nuove chiusure delle attività: anche per questo saranno stabiliti nuovi parametri per valutare il cambio di colore delle Regioni, tenendo in maggior conto le ospedalizzazioni, oltre che l’incidenza dei casi.

Green pass obbligatorio, Locatelli: “Strategia inevitabile”

In un’intervista a Repubblica il coordinatore del Cts Franco Locatelli si dice favorevole a renderlo obbligatorio in una serie di ambienti e circostanze, inclusi i ristoranti al chiuso. “Credo che vadano fatte scelte per contrastare la ripresa della circolazione virale. Dare accesso a determinate attività a chi è stato vaccinato, o comunque ha il certificato verde, è una strategia inevitabile“, commenta il professore. “Penso a concerti, grandi eventi, stadi, cinema, teatri, piscine palestre. In questi casi è fuori discussione la necessità del documento”.

“Premesso che la scelta spetta al decisore politico”, aggiunge Locatelli, “a titolo personale, dico che va considerato seriamente anche il Green Pass per mangiare al chiuso nei ristoranti. Peraltro, chi esita a tornare nei ristoranti credo che lo farebbe con più tranquillità sapendo che vi hanno accesso persone con il certificato”.

Green pass obbligatorio, come funzionerà

Il green pass sarà rilasciato a chi ha completato il ciclo vaccinale, è guarito dal Covid o ha un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti. Il provvedimento potrà entrare in vigore a partire dal 26 luglio.

Ma dove sarà obbligatorio mostrare il green pass? Il certificato sarà indispensabile per chi viaggia su treni a lunga percorrenza, navi o aerei. Per il momento invece è escluso l’obbligo su autobus e metropolitane, ma non è escluso che questa scelta sia rivista a settembre.

Il documento sarà necessario ovunque ci sia rischio di assembramenti: non solo i banchetti di nozze, dove è già previsto, ma anche per accedere a stadi, palestre, centri sportivi, concerti, eventi, convegni e spettacoli.

La scelta dell’obbligo del green pass nelle discoteche consentirebbe inoltre di dare il via libera immediato ai locali da ballo che non hanno ancora una data di riapertura, imponendo però il “certificato verde”.

Per quanto riguarda i ristoranti al chiuso, invece, la regola spaventa le associazioni di categoria. In senso contrario si era espressa, all’interno della maggioranza, la Lega. Ma il governo è al lavoro per ottenere una mediazione.

Il green pass dovrà essere esibito al momento dell’ingresso o quando si sale a bordo di un mezzo di trasporto. Chi ne fosse sprovvisto, in caso di controllo delle forze dell’ordine, rischierebbe una multa fino a 400 euro e il gestore dell’attività potrebbe subire la chiusura per 5 giorni.

Leggi anche: 1. Covid, casi triplicati in una sola settimana. Di chi è la responsabilità? /2. Il muro invisibile del Green Pass (di S. Mentana) /3. Burioni: “A ottobre richiuderemo tutto per difendere la libertà di non vaccinarsi degli egoisti e degli ignoranti”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Quirinale, Letta: “Martedì o mercoledì si arriverà a un nome condiviso da tutti”
Cronaca / Quirinale, Salvini: “Pericoloso togliere Draghi da Palazzo Chigi”
Cronaca / Green pass, da febbraio nuova scadenza: il governo valuta la proroga per chi ha fatto la terza dose
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Quirinale, Letta: “Martedì o mercoledì si arriverà a un nome condiviso da tutti”
Cronaca / Quirinale, Salvini: “Pericoloso togliere Draghi da Palazzo Chigi”
Cronaca / Green pass, da febbraio nuova scadenza: il governo valuta la proroga per chi ha fatto la terza dose
Cronaca / Quirinale, nel centrosinistra si fa largo il nome di Riccardi. Ipotesi scheda bianca al primo voto
Cronaca / Covid, oggi 138.860 casi e 227 morti: il tasso di positività al 15%
Cronaca / Intimidazione al pm che indaga sulla Fondazione Open: misterioso raid sulla sua auto
Cronaca / Strage nel bresciano: scontro tra auto e bus, morti 5 ragazzi
Cronaca / Oms: “La pandemia non finirà con Omicron”
Cronaca / Papa Francesco: "Dolore per i migranti morti in mare"
Cronaca / ESCLUSIVO TPI – “Controlli mai fatti in 25 anni”: lo scandalo dell’impianto Eni in Basilicata