Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

“Farei di tutto per rivedere papà un’ultima volta”: Gianni ricorda suo padre, morto di Covid

Immagine di copertina
Credit: Gianni Zampino

Gianni Zampino, 41enne di Torino, a marzo 2020 ha contratto il Coronavirus che lo ha costretto a un ricovero in ospedale nel reparto di terapia intensiva per 10 giorni (qui avevamo raccontato la sua storia). Anche il padre di Gianni, Antonio Zampino, contrasse il virus e il 7 marzo fu ricoverato in ospedale. Le sue condizioni peggiorarono rapidamente, fino al decesso, avvenuto due giorni dopo.

“Se potessi tornare indietro forse non porterei mio padre in ospedale. Papà è morto così, da solo, senza un ultimo saluto. In quei reparti non puoi sentire o vedere nessuno. Ho il rammarico di non aver preso il suo telefonino quel giorno, questo mi ha devastato perché è morto da solo. La famiglia quando sei in terapia intensiva è importantissima, si muore di solitudine e di depressione. Penso a lui ogni giorno, sono tornata a vivere con lui dopo la scomparsa di mia madre, ho cercato di proteggerlo in tutti i modi e a volte mi arrabbio con me stesso ripensando a quel 7 marzo 2020, quando l’ho salutato mentre lo portavano in ospedale. Mio padre è morto il 9 marzo, l’ho appreso con un freddo messaggio”, racconta Gianni a TPI, visibilmente commosso.

“Ancora oggi non me ne faccio una ragione. Abito nella casa dove ero tornato a vivere con lui, la camera da letto è rimasta com’era. Avevamo un rapporto fortissimo. Non poterlo salutare, non poter fare un funerale degno dell’uomo che era mi fa sentire rabbia. Non ho potuto dargli un ultimo abbraccio. Mi chiedo cosa avrà provato in quei momenti, non aveva un telefonino, stava da solo, non poteva mettersi in contatto con nessuno. Farei di tutto per vederlo un’ultima volta, vorrei ringraziarlo per tutto quello che ha fatto per me. È stato un grande uomo e un grande esempio, so che è fiero di me e sono fiero del padre che ho avuto. Vorrei dirgli semplicemente ‘grazie'” prosegue Gianni che ricorda anche la storia di suo papà emigrante.

“Mio padre faceva il muratore, è arrivato a Torino nel ’77, forse non aveva nemmeno una valigia. Lavorava sempre, ha cresciuto tre figli. Non ci è mai mancata la serenità o l’amore, un uomo di altri tempi. È salito prima da solo, poi è arrivata mamma. Con tanti sacrifici è riuscito dopo anni a comprare una casa al mare, da operaio per lui la casa a mare era un sogno che si realizzava e ogni volta che ci andava era molto contento. Nel 2019 sono riuscito a portarlo un mese lì, menomale, perché poi è finito tutto. Oggi penso a chi ha perso i propri cari, a chi li ha in ospedale, posso capire la loro sensazione di impotenza e di frustrazione e vorrei dire loro di utilizzare tutti i mezzi a disposizione per mettersi in comunicazione con loro.

Leggi anche: Come cambiano i colori delle Regioni: tutta Italia in rosso o in arancione, Sardegna resta in area bianca; // 2. Draghi: “Nuove restrizioni necessarie per limitare i morti. Per i vaccini attendano tutti il proprio turno”; // 3. Dal 15 marzo scompare l’area gialla, zona rossa nazionale a Pasqua: ecco le restrizioni decise oggi dal governo nel nuovo decreto anti-Covid; // 4. La pandemia economica non ha bollettini quotidiani, ma in Italia ci sono un milione di poveri in più (di Giulio Cavalli)

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il marito dell’influencer Siu: “Il sangue zampillava. Non sono stato io, si è ferita da sola”
Cronaca / Allenatore piazza telecamera nascosta nello spogliatoio delle sue giocatrici: squalificato per 6 anni
Cronaca / Il Papa riconosce un miracolo attribuito a Carlo Acutis: il “patrono di Internet” sarà santo
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il marito dell’influencer Siu: “Il sangue zampillava. Non sono stato io, si è ferita da sola”
Cronaca / Allenatore piazza telecamera nascosta nello spogliatoio delle sue giocatrici: squalificato per 6 anni
Cronaca / Il Papa riconosce un miracolo attribuito a Carlo Acutis: il “patrono di Internet” sarà santo
Cronaca / “Offende l’Islam”: due studenti musulmani esentati dallo studio di Dante a Treviso. Il ministro Valditara: “Inammissibile”
Cronaca / Processo Salis, caos in aula: il giudice rivela l’indirizzo dove l’italiana sta scontando i domiciliari
Cronaca / Morto Franco Anelli, rettore dell'Università Cattolica di Milano
Cronaca / Testamento “colombiano” di Silvio Berlusconi: Di Nunzio arrestato per falso
Cronaca / È uscito il nuovo numero di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Non c’è Pace Senza Giustizia celebra i primi 30 anni festeggiando le conquiste e fissando gli obiettivi del futuro
Cronaca / L’ennesimo mistero su Emanuela Orlandi: “La sua agenda presa dai servizi segreti e consegnata alla polizia un mese dopo”