Coronavirus:
positivi 56.594
deceduti 32.785
guariti 140.479

Roma, la fidanzata muore a 30 anni di tumore e lui si toglie: “Ti amo, vengo da te”

Di Beatrice Tomasini
Pubblicato il 28 Mag. 2019 alle 08:43 Aggiornato il 28 Mag. 2019 alle 08:44
0
Immagine di copertina
fidanzato suicida gemelli

Fidanzato suicida Gemelli – “Ti amo amore, ti sto per raggiungere”. Sono state le ultime parole di un giovane che ha deciso di togliersi la vita dopo che la fidanzata era morta poco tempo prima di una grave forma di tumore fulminante.

La tragedia è avvenuta giovedì scorso intorno alle 18.30 al Policlinico Gemelli di Roma, esattamente un mese dopo la scomparsa dell’amata compagna proprio in quello stesso ospedale.

Così come raccontato da un testimone oculare, il ragazzo ha raggiunto prima il padiglione degli uffici amministrativi, poi ha preso l’ascensore panoramico e scavalcato una barriera. Subito dopo ha raggiunto la scala antincendio e si è gettato nel vuoto gridando “Amore ti sto raggiungendo”.

Un volo di 15 metri che si è rivelato fatale sul colpo nonostante i medici abbiano provato a rianimarlo per quasi un’ora. A quella stessa ora, esattamente un mese prima, aveva perso la vita la sua fidanzata nel reparto di Oncologia dopo tre mesi a combattere invano contro la malattia.

I due si amavano da quando erano adolescenti: lui faceva il barista nel quartiere Centocelle mentre lei, romena, era residente ad Albano. Un grande amore spezzato dalla malattia della giovane: “Non ce l’ha fatta più a sopportare”, ha commentato la sorella del giovane suicida.

Venezia, preside di un noto liceo si toglie la vita alla vigilia di uno sciopero contro di lui

“Aiutatemi a scegliere: vivere o morire?”, chiede su Instagram. Poi si suicida

Tenta il suicidio a 10 anni: “Mamma vado a prendere il quaderno”, e si lancia nel vuoto

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.