Covid ultime 24h
casi +25.853
deceduti +722
tamponi +230.007
terapie intensive +32

Lo straordinario gesto a Bologna: 22 lavoratrici donano le ferie alla collega malata

Di Donato De Sena
Pubblicato il 8 Lug. 2019 alle 15:34
0
Immagine di copertina

Ferie donate collega malata: straordinario gesto di 22 lavoratrici a Bologna

FERIE DONATE COLLEGA MALATA – Donare le ferie per aiutare una collega ad affrontare la sua malattia. È lo straordinario gesto compiuto in questi giorni in provincia di Bologna da 22 lavoratrici impiegate in appalto nel servizio di pulizia e igienizzazione dell’Ospedale di San Giovanni in Persiceto, un comune di circa 28mila abitanti ad una ventina di km dalla città capoluogo.

Con la loro decisione le 22 donne hanno consentiranno alla loro collega, che sta terminando il periodo di copertura previsto per la malattia, di conservare lo stipendio intero per quasi due mesi aggiuntivi. A dare notizia dell’atto di generosità delle lavoratrici è stata un’organizzazione sindacale, la Filcams Cgil di Bologna.

Il sindacalista Pier Paolo Carioli ha commentato:”In un periodo storico in cui l’umanità e la solidarietà sembrano venire meno queste lavoratrici lanciano un bellissimo segnale. Leggendo la lista dei loro cognomi, se ne trovano di italiani e di stranieri. La solidarietà non guarda al colore della pelle e queste ragazze, con questo gesto, ce lo hanno ricordato. Un gesto che assume una valenza maggiore se si pensa che queste dipendenti lavorano per una paga oraria poco superiore ai 7 euro lordi e per stipendi mensili poco sopra i 600 euro”.

Non è la prima volta che un gruppo di lavoratori decide di rinunciare alle proprie ferie per donarle ad un collega malato o impegnato ad assistere un proprio familiare. Nei mesi scorsi a Padova i dipendenti della Ulss 6 Euganea, azienda sanitaria, hanno deciso di donare mille ore di ferie ad una collega per consentirle di stare vicino alla figlia malata bisognosa di cure continuative.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.