Covid ultime 24h
casi +16.146
deceduti +477
tamponi +273.506
terapie intensive -35

De Luca: “Abbiamo esaurito le dosi, la campagna vaccinale si interrompe. Il piano Arcuri non è equo”

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 10 Gen. 2021 alle 12:29 Aggiornato il 10 Gen. 2021 alle 15:40
209
Immagine di copertina
Vincenzo De Luca, presidente della Regione Calabria. Credit: Facebook

In Campania sono finite le dosi di vaccino contro il Covid-19: la Regione ha quindi interrotto la campagna vaccinale. Lo annuncia il governatore Vincenzo De Luca, accusando il commissario straordinario all’emergenza sanitaria, Domenico Arcuri, di aver elaborato un piano non equo.

“Si interrompe oggi in Campania la campagna di vaccinazioni. Esaurite le dosi inviate alla Regione”, ha scritto De Luca su Facebook nella tarda mattinata di oggi, domenica 10 gennaio 2021.

“Ancora nella giornata di ieri la Campania ha raggiunto, con il 90%, la percentuale più alta d’Italia nella somministrazione dei vaccini. Oggi in tutte le aziende sanitarie si esauriscono le dosi consegnate alla nostra regione. Questa sera le aziende si fermano per mancanza di vaccini”.

In effetti, dalla dashboard aggiornata in tempo reale sulla campagna vaccinale in Italia, risulta che in Campania – a mezzogiorno del 10 gennaio – risultano somministrate 60.000 dosi sulle 67.020 consegnate alla Regione. Si tratta del tasso di somministrazione più elevato a livello nazionale, davanti a quello del Veneto (dove sono state inoculate 63.690 dosi su 77.900).

De Luca va poi all’attacco. “È questo l’esito di una distribuzione fatta in modo sperequato nei giorni scorsi”, osserva. “Ho segnalato il problema al commissario Arcuri, sollecitando un invio immediato”.

Martedì, spiega il governatore, “dovrebbero arrivare nuove forniture, ed è necessario che questo avvenga, riequilibrando i nostri quantitativi. Così come è necessario e urgente l’invio di personale aggiuntivo per le vaccinazioni, per far fronte alla situazione di forte sottodimensionamento del nostro personale nella quale si sta lavorando”.

“Voglio ringraziare tutte le nostre strutture sanitarie per i risultati straordinari conseguiti pure in carenza di personale. La campagna vaccinale sarà nei prossimi mesi la nostra priorità, per portare la Campania fuori dall’epidemia e verso una vita normale”, conclude De Luca.

La replica di Arcuri
Domenico Arcuri, intervistato durante il programma tv In mezzora in più, su Rai3, ha replicato a De Luca sottolineando che i contratti aggiuntivi sottoscritti dall’Ue con Pfizer e Moderna consentiranno all’Italia di raggiungere i 6 milioni di vaccinati entro marzo. Nel corso dell’anno, ha aggiunto Arcuri, “l’Italia otterrà 60 milioni di dosi da questi due produttori e potremo vaccinare 30 milioni di italiani”.

Leggi anche: Crisanti: “Lockdown subito o saltano le vaccinazioni, soldi sprecati per banchi a rotelle e bonus vacanze”

209
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.