Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:22
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, a giugno mezza Italia pronta a passare in zona bianca: ecco le regioni interessate

Immagine di copertina
Credit: CC BY-SA

Anche Lombardia e Lazio sperano nella riduzione delle restrizioni

A giugno mezza Italia potrebbe ritrovarsi in zona bianca. Tutto grazie al miglioramento su base settimanale dei dati dell’epidemia di Covid, che potrebbe portare almeno 12 regioni a ridurre al minimo le restrizioni.

I primi territori a passare in zona bianca dovrebbero essere Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna, il cui cambio di colore è previsto già martedì 1 giugno. La settimana successiva, a partire dal 7 giugno, dovrebbe poi toccare ad Abruzzo, VenetoUmbria e Liguria. A metà del prossimo mese invece potrebbero ridurre al minimo le restrizioni anche Lombardia, Emilia Romagna, LazioPiemonte e Puglia.

Le previsioni dei dati epidemiologici in queste regioni per la settimana tra il 20 e il 27 maggio indicano un’incidenza intorno ai 50 casi ogni 100mila abitanti, soglia sotto cui scatta il passaggio in zona bianca. Grazie alla riduzione progressiva dei casi di contagio, in un paio di settimane questi territori potrebbero riuscire a ridurre al minimo le restrizioni anti-contagio.

La preoccupazione del governo riguarda però il cosiddetto “effetto Sardegna“, che dopo essere passata in zona bianca a marzo registrò un aumento dei casi tale da determinare il ritorno in zona arancione e rossa. Per scongiurare il rischio di un repentino innalzamento delle restrizioni nelle regioni finite in fascia bianca sono al vaglio una serie di nuovi provvedimenti.

L’ipotesi della zona bianca rafforzata

In fascia bianca valgono solamente le norme di comportamento, ovvero l’obbligo di indossare la mascherina e di rispettare il distanziamento sociale e per arrivarci è necessario che un territorio registri un’incidenza inferiore ai 50 casi ogni 100mila abitanti per tre monitoraggi settimanali consecutivi. Proprio per evitare il cosiddetto “effetto Sardegna“, il governo e le regioni pensano a una zona bianca rafforzata.

Le nuove restrizioni entrerebbero in vigore qualora si registri un aumento dell’incidenza dei contagi che superi i 50 casi ogni 100mila abitanti, fissando il coprifuoco alle ore 24, introducendo l’obbligo di consumare soltanto seduti ai tavolini di bar e ristoranti all’aperto e senza sostare in piedi davanti ai locali e consentendo inoltre ai territori di rientrare in questa fascia senza dover aspettare necessariamente tre settimane, qualora i dati lo consentano. Queste misure saranno valutate oggi dalla Conferenza delle Regioni.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Beppe Grillo indagato a Milano per traffico di influenze illecite: nel mirino i contratti pubblicitari con la Moby
Cronaca / Francesca Amadori licenziata per le assenze ingiustificate: “Non lavorava da inizio dicembre”
Cronaca / Green pass, dalle tabaccherie alle librerie: dove è obbligatorio e dove no
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Beppe Grillo indagato a Milano per traffico di influenze illecite: nel mirino i contratti pubblicitari con la Moby
Cronaca / Francesca Amadori licenziata per le assenze ingiustificate: “Non lavorava da inizio dicembre”
Cronaca / Green pass, dalle tabaccherie alle librerie: dove è obbligatorio e dove no
Cronaca / Covid, oggi 83.403 casi e 287 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Cani Violenti, un podcast di Piano P che racconta risse, pestaggi, incontri clandestini e lo spazio della ferocia nella provincia italiana
Roma / Transfer Service Rome: soluzione Top Class per spostamenti nella Capitale
Cronaca / È morta l’ultima figlia (illegittima) di Mussolini: chi era Elena Curti
Cronaca / Covid, intera famiglia stroncata dal virus: non erano vaccinati
Cronaca / No vax pentito scrive un libro: “Ho creduto di morire, spero di convincere i dubbiosi”
Cronaca / Fabio Fazio contro i no vax: “Disinformazione riempie ospedali, non si può dare spazio”