Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

Covid, un italiano su sei rifiuterà di farsi vaccinare: il sondaggio

Di Antonio Scali
Pubblicato il 18 Nov. 2020 alle 10:15
211
Immagine di copertina

Sembra ormai in dirittura d’arrivo il tanto agognato vaccino per il Covid, con diverse case farmaceutiche che hanno annunciato negli ultimi giorni i risultati incoraggianti dei loro test. Certo, per una distribuzione capillare occorrerà attendere ancora un po’, ma già entro fine gennaio arriveranno le prime dosi in Italia, come confermato dal ministro della Salute Roberto Speranza.

Eppure molti italiani sembrano avere più di qualche perplessità all’idea di vaccinarsi contro il Covid e soprattutto sulla sua reale efficacia. Lo conferma il sondaggio Ipsos realizzato per la trasmissione DiMartedì, andata in onda su La7: il 16% del campione ha dichiarato che non lo farà se sarà disponibile nel 2021. Ben il 42%, inoltre, aspetterà per capirne l’efficacia.

Solo un terzo o poco più del campione intervistato ha risposto che “lo farà certamente appena possibile”. Pessimismo anche sulla disponibilità: il 58% ritiene che non ce ne sarà a sufficienza per tutti. Intanto la Commissione europea ha approvato un quinto contratto di fornitura con la società farmaceutica europea CureVac per l’acquisto iniziale di 225 milioni di dosi, con l’opzione di richiedere fino a 180 milioni di dosi ulteriori una volta che saranno dimostrate sicurezza ed efficacia. Infine dopo l’annuncio di Moderna, il portavoce della Commissione Stefan De Keersmaecker ha fatto sapere che è stata concordata “la fornitura di 160 milioni di dosi”, anche se ancora si è a una fase iniziale di negoziato.

Leggi anche: Coronavirus, le ultime notizie. Speranza: “Entro fine gennaio le prime dosi del vaccino”

211
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.