Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:57
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, ultime notizie dall’Italia e dal mondo. Scontro Salvini-Zingaretti su lockdown a Pasqua. Iss, varianti in acque reflue Perugia e Abruzzo. 6 Regioni a rischio arancione, stretta rafforzata per Bologna

Immagine di copertina

Covid, le ultime notizie di oggi (25 febbraio 2021) in Italia e nel mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – Sono oltre 3,8 milioni gli italiani che hanno ricevuto almeno la prima dose del vaccino contro il Covid-19, a fronte di 5,1 milioni di dosi consegnate (qui i dati in tempo reale). Di seguito tutte le ultime notizie sul Covid 19 in Italia e nel mondo di oggi, giovedì 25 febbraio 2021, aggiornate in tempo reale.

COVID, ULTIME NOTIZIE: LA DIRETTA

Ore 21 – Merkel: tutti d’accordo su passaporto sanitario digitale in Ue – I certificati di vaccinazione digitali che consentono alle persone di viaggiare in Europa nonostante la pandemia di Covid-19 saranno probabilmente disponibili prima dell’estate. Lo ha annunciato la cancelliera tedesca Angela Merkel, citata dalla Reuters, parlando a Berlino dopo il vertice virtuale dell’Ue. “Tutti hanno convenuto che abbiamo bisogno di un certificato di vaccinazione digitale”, ha detto Merkel, aggiungendo che la Commissione europea avrà di circa tre mesi per creare la base tecnica per i documenti.

Ore 19,20 – Covax: Fonti, Draghi pro Covax ma non è momento donazioni – Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel suo intervento al Consiglio Ue ha espresso il sostegno allo strumento Covax per condividere il vaccino anti-Covid con i Paesi a basso reddito ma ha fatto notare che non è il momento di fare donazioni in Ue per una questione di credibilità nei confronti dei cittadini europei visti i ritardi nelle vaccinazioni. E’ quanto riferisce una fonte europea all’AGI.

Ore 19 – Ue: Draghi a Consiglio, accelerare su vaccini. No scuse, le aziende rispettino impegni – Accelerare sulla vaccinazione dei cittadini europei e linea dura per le case farmaceutiche che non adempiono alle obbligazioni previste dai contratti. Queste, secondo quanto si apprende, le linee guida dell’intervento del Presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel suo primo Consiglio Europeo da premier italiano.

Ore 18 – Covid: è boom di positivi nel Milanese, 1.072 casi – Su 4.243 nuovi positivi in Lombardia la maggior parte si concentra nel Milanese che oggi fa registrare un boom di casi: 1.072 di cui 409 a Milano città (ieri 773 nel Milanese e 333 in città). Segue il Bresciano con 973 contagi, la provincia di Monza e Brianza con 356, la provincia di Bergamo con 329, Varese 316, Como con 305, Pavia 243, Mantova 215, Lecco 137, Cremona 103, Lodi 57, Sondrio 31.

Ore 17 – Vaccino: sospese per tre giorni convocazioni over 80 a Napoli – Non c’è sicurezza sulla quantità dei nuovi arrivi di dosi Pfizer e quindi da domani saranno sospese a Napoli le nuove convocazioni degli over 80 per vaccinarsi, ma solo per tre giorni. Le seconde dosi invece saranno somministrate regolarmente. Lo apprende l’AGI da fonti istituzionali.

Ore 16,48 – Bologna ufficialmente in zona arancione scuro – Confermate per l’area metropolitana di Bologna misure più severe per contenere i contagi anche in considerazione della circolazione della cosiddetta variante inglese del virus. Anche la città metropolitana di Bologna passa in zona arancione scuro, dopo gli ultimi dati in aumento rilevati sull’epidemia: è quanto è stato deciso nella riunione pomeridiana tra Regione Emilia Romagna, Ausl e città Metropolitana di Bologna: la conferma arriva su Fb dal sindaco di Anzola Emilia Giampiero Veronesi, consigliere delegato della città metropolitana.  Il provvedimento decorrerà da lunedì’ 1 marzo per le scuole e dal 27 febbraio per tutto il resto. A seguito della riunione urgente convocata oggi dal Sindaco Metropolitano Virginio Merola- scrive il sindaco di Anzola Giampiero Veronesi – comunico a tutti i miei concittadini che si è deciso di istituire la zona arancione scuro per tutti i Comuni della Città Metropolitana di Bologna (quindi Anzola compresa). Il provvedimento (che decorrerà da lunedì 1 marzo per le scuole e dal 27 febbraio per tutto il resto) è giustificato dall’aumento esponenziale dei contagi su tutta la provincia di Bologna ed il conseguente probabile collasso, nel breve periodo, delle strutture sanitarie (nella giornata di ieri è stato raggiunto, sulla provincia di Bologna, il picco massimo di contagi dall’inizio della pandemia). Questa decisione comporta, tra le altre, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per 15 giorni (ad eccezione della scuola dell’infanzia e dei nidi), la limitazione degli spostamenti sia tra un Comune e l’altro sia all’interno del proprio Comune di residenza, la chiusura degli impianti sportivi (anche all’aperto), ed altre specifiche limitazioni. Seguiranno gli aggiornamenti del caso non appena verranno forniti”, conclude il primo cittadino di Anzola.

Ore 16,30 – Sei Regioni rischiano la zona arancione – Sei Regioni rischiano di diventare arancioni dalla prossima settimana. L’ordinanza per il cambio di colore, come aveva annunciato il ministro Speranza e chiarito anche oggi dalla ministra Gelmini, da ora in avanti entrerà in vigore il lunedì e non più la domenica. Il Piemonte ha già annunciato che applicherà misure più restrittive mentre le altre Regioni in bilico sono LombardiaLazioMarchePuglia e Basilicata.

Ore 16 – Vaccino: Ceo AstraZeneca, 40 mln dosi all’Ue entro marzo – “Voglio assicurare che stiamo aumentando la produzione e facendo di tutto per consegnare 40 milioni di dosi all’Ue entro il primo trimestre del 2021”. Lo ha detto Pascal Soriot, amministratore delegato di AstraZeneca, nel corso di un’audizione in Parlamento europeo. “A volte è facile dimenticare quanto rapidamente siamo passati da sapere davvero poco su questo virus a sviluppare un vaccino efficace e sicuro”, ha aggiunto Soriot.

Ore 16 – Vaccino: Ceo AstraZeneca, -94% ricoveri già dopo prima dose – “Dai dati che abbiamo dalla Scozia emerge che il vaccino di AstraZeneca riduce il rischio di ricovero del 94% già dopo la prima dose”. Lo ha dichiarato l’amministratore delegato di AstraZeneca, Pascal Soriot, in audizione alla commissione Salute all’Europarlamento. “Il nostro vaccino protegge in particolare contro i casi gravi di Covid nella popolazione anziana”, ha aggiunto.

Ore 16.00 – Iss, varianti in acque reflue Perugia e Abruzzo – Mutazioni tipiche delle varianti brasiliana e inglese del virus Sars-CoV2 sono state trovate nelle acque reflue raccolte a Perugia dal 5 all’8 febbraio e mutazioni tipiche della variante spagnola in campioni raccolti da impianti di depurazione a Guardiagrele, in Abruzzo dal 21 al 26 gennaio 2021. Le varianti sono state individuate da uno studio condotto dall’Istituto superiore di Sanità (Iss), in collaborazione con l’Istituto Zooprofilattico della Puglia e della Basilicata.

Ore 15.50 – Studio, inquinamento e surriscaldamento alleati del virus – Il surriscaldamento globale e l’inquinamento atmosferico influenzano la trasmissione e la sopravvivenza del Covid-19 alterando nel contempo il sistema immunitario umano. E’ quanto emerge da uno studio condotto da un gruppo di ricerca guidato da Christian Mulder, titolare della cattedra di Ecologia dell’università di Catania, e dal reparto di Genetica dello stesso ateneo sull’andamento spazio-temporale della prima ondata in 82 centri urbani sparsi per l’Italia. La ricerca Beyond virology: environmental constraints of the first wave of Covid-19 cases in Italy è stata pubblicata sulla rivista scientifica Environmental Science and Pollution Research della Springer Nature.

Ore 15,10 – Salvini: “Lockdown a Pasqua irrispettoso”. Zingaretti gli risponde: “Continua a sbagliare”. I due alleati di governo hanno un’opinione opposta sull’ipotesi di lockdown a Pasqua. Matteo Salvini: “Mi rifiuto di pensare ad altre settimane o mesi di chiusura, se ci sono situazioni locali si intervenga a livello locale, ma parlare già oggi di una Pasqua chiusi in casa, di chiusure, non mi sembra rispettoso degli italiani“, sottolinea il leghista parlando di fronte al Senato, insieme ai 9 viceministri e sottosegretari della Lega appena nominati parlando di riaperture e ipotesi di lockdown in Italia. “La parola al buon senso – ha premesso – I sindaci di tutta Italia e di tutti i colori politici chiedono di riavviare alcune attività economiche, sociali, imprenditoriali che non comportano alcun rischio”. “A Speranza lo aiuteremo a offrire discontinuità“, assicura il leader della Lega, riferendosi al ministro della Salute. Il segretario del Pd Nicola Zingaretti risponde su Facebook alle parole pronunciate oggi da Salvini: “Vedo che, sulla pandemia, Salvini purtroppo continua a sbagliare e rischia di portare fuori strada l’Italia. Prima sono state le mascherine, che erano inutili, ora, cavalcando la stanchezza di tutti, si attaccano le regole per la Pasqua. Quello che è irrispettoso per gli italiani e gli imprenditori è mettere a rischio le loro vite e prolungare all’infinito la pandemia e quindi la possibilità di avere la ripresa economica. Buon senso e coerenza è avere una linea indicata dal Governo e rispettarla. Così si sta in una maggioranza e si danno certezze alle persone. I problemi si risolvono, non si cavalcano“. (Qui l’articolo completo)

Ore 15.00 – Inter, 5 casi di Covid-19: positivi Marotta, Ausilio e Antonello. La squadra in isolamento fiduciario – Attraverso il proprio sito, l’Inter rende noti i casi di positività al Covid-19 di un membro dello staff tecnico (nome non comunicato per motivi di privacy) e di quattro dirigenti: l’a.d. Sport Giuseppe Marotta, il d.s. Piero Ausilio, l’a.d. Corporate Alessandro Antonello e il legale del club, l’avvocato Angelo Capellini. La squadra in isolamento fiduciario.

Ore 14.50 – Lopalco: “Scuole sono forte volano per il Covid, usare Did” – “Le scuole sono un forte volano di circolazione del virus, purtroppo sulle scuole e’ stata fatta una questione ideologica e politica e ogni volta che facciamo un’ordinanza viene impugnata da un gruppo di genitori, da un’associazione. Ma questo e’ un momento delicato, siamo ad un bivio”. Per questo motivo “deve essere utilizzata dal didattica digitale” per le lezioni. Lo ha dichiarato l’assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco.

Ore 14.00 – Bologna rischia l’arancione scuro – Per l’area metropolitana di Bologna si “valutano” misure più severe per contenere i contagi anche in considerazione della circolazione della cosiddetta variante inglese del virus. Lo riferisce l’assessore regionale alla Salute dell’Emilia-Romagna, Raffaele Donini, a margine di una videoconferenza. Oggi pomeriggio sono in programma riunioni d’urgenza per fare il punto della situazione del contagio. Da oggi, fino all’11 marzo, Imola è stata inserita in zona “arancione scuro” da un’ordinanza del presidente della Regione Stefano Bonaccini. Anche Bologna potrebbe diventare arancione scuro.

Ore 12.00 – Milleproroghe, Governo pone la fiducia su dl – Il Governo ha posto la questione di fiducia sul dl Milleproroghe. Lo ha annunciato in aula al Senato il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Inca’, al termine della discussione generale.

Ore 11.15 – Covid, ultime notizie. AstraZeneca: “All’Italia 25 milioni di dosi entro giugno” – Lo ha confermato il presidente e amministratore delegato di AstraZeneca Italia, Lorenzo Wittum, in un’intervista al Corriere della Sera. Quanto all’efficacia del vaccino contro le varianti, Wittum ha dichiarato che l’azienda al momento sta valutando la possibilità di somministrare una terza dose ed è al lavoro su nuove versioni del farmaco.

Ore 11.00 – Nuova variante si diffonde a New York: è chiamata B.1.526 – Secondo quanto riporta la fonte, la nuova variante, denominata B.1.526, è stata identificata per la prima volta in campioni raccolti nella città lo scorso novembre e contiene una mutazione che potrebbe aiutare il virus a schivare il sistema immunitario.

Ore 10.30 – Gelmini: “Chiusure in vigore da lunedì, non da domenica” – Il ministro degli Affari Regionali Mariastella Gelmini interviene nel vertice con le Regioni e assicura che domani “avranno una prima bozza del nuovo Dpcm”. “Il sistema dei parametri (per definire i colori delle zone in Italia nell’emergenza Covid) si può affinare, ma probabilmente non con il decreto in arrivo, ci vorrà un tavolo tecnico. In ogni caso, per rendere più agevole la programmazione delle attività economiche, le chiusure non entreranno più in vigore di domenica ma di lunedì”, ha detto Gelmini. Lo riporta il Corriere della Sera. “Il governo sta lavorando intensamente in queste ore sul nuovo provvedimento anti-Covid. Sono naturalmente in costante contatto con Palazzo Chigi e contiamo di farvi avere, nella giornata di domani, con grande anticipo rispetto alla scadenza del 5 marzo, una prima bozza del Dpcm”.

Ore 09.20 – Arcuri, dal 22 febbraio 100mila vaccinati al giorno – “La campagna di vaccinazione contro l’epidemia Covid sta registrando un confortante incremento. Da lunedì 22 febbraio sono state effettuate in media oltre 100 mila somministrazioni al giorno e ieri, mercoledì 24 febbraio, è stato raggiunto il picco di 102.433 dosi”. Così in una nota il commissariato per l’emergenza guidato da Domenico Arcuri.

Ore 08.00 – Coldiretti, Pasqua blindata ferma 1 italiano su 3 – L’entrata in vigore delle nuove misure restrittive ferma i programmi di viaggio per il 32% degli italiani per Pasqua, un appuntamento che segna tradizionalmente l’inizio della stagione per molti dei 24 mila agriturismi italiani. È quanto emerge da un’analisi Coldiretti/Ixe’ in riferimento al nuovo Dpcm dal 6 marzo al 6 aprile. Una decisione pesante per la mobilita’ che riguarda il primo lungo weekend primaverile di festa, occasione per le consuete gite fuori porta anche nelle strutture agrituristiche che hanno subito perdite per l’emergenza Covid di 1,2 miliardi di euro.
Ore 06.30 – Vaccino: il Cancelliere austriaco Kurz proporrà a Ue passaporto vaccinati – Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz (OeVP) al vertice Ue di oggi presenterà la proposta di un ‘passaporto verde’ per tutte le persone che sono state vaccinate e quelle guarite dal coronavirus. “Tutti rivogliamo la nostra vita normale il prima possibile e tornare a viaggiare liberamente all’interno dell’Unione Europea indipendentemente dal fatto che si tratti di affari o di piacere”, ha detto Kurz. “Un passaporto verde valido per tutta l’Ue potrebbe fornire una buona base: un ritorno alla normalità entro l’estate è assolutamente realistico”.

Covid ultime notizie in Italia e nel mondo: cosa è successo ieri

Il bollettino del 24 febbraio – Il bollettino del 24 febbraio sulla diffusione del Covid in Italia registra 16.424 nuovi casi e 318 morti a fronte di 340.247 tamponi effettuati. Leggi il bollettino completo.

Dpcm in vigore da 6 marzo a 6 aprile, Pasqua compresa – Sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile il nuovo Dpcm allo studio in queste ore con le misure di contrasto all’epidemia di Covid. Lo ha annunciato il ministro della Salute Roberto Speranza nei suoi interventi in Senato e alla Camera. Nel periodo sono quindi comprese le giornate di Pasqua (4 aprile) e Pasquetta (il 5). Impossibile prevedere già ora se sarà una Pasqua “in rosso” come lo scorso Natale: “L’evoluzione del quadro epidemiologico – ha detto Speranza – merita di essere seguita con la massima attenzione. Dovremo verificare, passo dopo passo, se le misure siano adeguate a fronteggiare la situazione che va delineandosi. La bussola, per me, nella scrittura del prossimo DPCM, che sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile, deve essere sempre il principio di tutela e salvaguardia del diritto fondamentale alla salute, come sancito dalla nostra Costituzione, all’articolo 32”.

Nuovo Dpcm, Speranza in Senato: “Non ci sono le condizioni per allentare le misure” – “I ritardi di alcune forniture dei vaccini che pure ci sono, non cambieranno l’esito della partita: il Covid è destinato a essere arginato”. A dirlo il ministro della Salute Roberto Speranza, che in Senato ha illustrato il nuovo decreto per contenere i contagi da Coronavirus. “Finalmente vediamo la luce in fondo al tunnel. Ma bisogna essere chiari: in questo ultimo miglio non possiamo assolutamente abbassare la guardia: non ci sono oggi le condizioni epidemiologiche per abbassare le misure di contrasto alla pandemia”. Leggi l’articolo integrale.

Usa, Fda conferma efficacia del vaccino monodose Johnson & Johnson’s – Il vaccino sviluppato dalla casa farmaceutica statunitense Johnson & Johnson, per la cui somministrazione è prevista una sola dose, è efficace al 66 per cento nel prevenire la Covid-19. A indicarlo sono i dati dei test clinici condotti dall’Agenzia del farmaco e dell’alimentazione (Fda) degli Stati Uniti. Il vaccino anti-Covid di Johnson & Johnson viene anche considerato sicuro per l’uso. Non è chiaro invece, secondo l’Fda, con quanta efficacia il vaccino funzioni contro ciascuna variante.

AstraZeneca: “Entro marzo oltre 5 milioni di dosi in Italia” – “Così come annunciato la settimana scorsa, stiamo continuamente aggiornando il nostro programma di consegna e informando la commissione europea e il commissario Arcuri su base settimanale dei nostri piani per portare più dosi di vaccino in Europa nel più breve tempo possibile. Per quanto riguarda l’Italia, questa settimana supereremo 1,5 milioni di dosi consegnate e abbiamo l’obbiettivo di superare i 5 milioni di dosi per la fine di marzo. Le date di consegna, la frequenza e il volume possono subire alterazioni dovute ai processi di produzione e alle tempistiche dei processi di controllo qualità”. Così in una nota AstraZeneca risponde alle notizie su una possibile riduzione di dosi nel nostro Paese.

Covid, ultime notizie. Molise chiederà intervento dell’Esercito – Il presidente della Regione Molise Donato Toma chiederà al ministero della Difesa l’intervento dell’Esercito per l’attivazione in emergenza di almeno dieci posti letto di terapia intensiva Covid presso vari ospedali. È quanto previsto nella mozione presentata dai consiglieri regionali di minoranza del Pd, Micaela Fanelli e Vittorino Facciolla, approvata dall’Assemblea a maggioranza. “Una scelta forte e urgente – ha commentato la capogruppo Fanelli – perché, oltre alle strutture mobili che si stanno montando in Basso Molise, moduli senza Rianimazione, ci vengano in soccorso con mezzi e personale”.

Leggi anche: 1. Come leggere i dati Covid: ricoveri in aumento nella maggior parte delle Regioni / 2. La mia pandemia (di Selvaggia Lucarelli)

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

TUTTI I NUMERI SUL COVID

Ti potrebbe interessare
Cronaca / 3.377 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1%
Cronaca / Papa Francesco: “Alcuni mi volevano morto, preparavano il conclave”
Cronaca / “Il Green pass rende liberi”, preside di Ferrara rievoca Auschwitz: sospeso dal servizio
Ti potrebbe interessare
Cronaca / 3.377 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1%
Cronaca / Papa Francesco: “Alcuni mi volevano morto, preparavano il conclave”
Cronaca / “Il Green pass rende liberi”, preside di Ferrara rievoca Auschwitz: sospeso dal servizio
Cronaca / Feltri difende Barbara Palombelli: “Sui femminicidi ha ragione”
Cronaca / Bambino di 4 anni caduto dal balcone a Napoli, il domestico: “L’ho lasciato cadere”
Cronaca / 2.407 nuovi casi e 44 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2%
Cronaca / Frosinone, detenuto spara ad altri tre reclusi: “La pistola arrivata in carcere con un drone”
Cronaca / Vaccini, iniziata la somministrazione della terza dose per soggetti fragili e a rischio
Cronaca / L’Earth Technology Expo a Firenze dal 13 al 16 ottobre
Cronaca / Gkn, accolto il ricorso Fiom: il giudice blocca i licenziamenti per 422 dipendenti