Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:02
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Covid, crescono i ricoveri: tre regioni e una provincia verso l’arancione da lunedì prossimo

Immagine di copertina
Folla con e senza mascherina sotto i portici di via Roma, Torino. Credit: ANSA/TINO ROMANO

Continuano a salire i casi di Covid-19 in Italia. Così come i ricoveri in terapia intensiva e nei reparti ordinari. L’occupazione dei posti letto negli ospedali è il criterio utilizzato per stabilire il cambio di colore delle regioni, gran parte attualmente in giallo (undici). Lunedì prossimo, però, altre zone potrebbero passare in arancione (il passaggio scatta con il 30% dei posti letto ordinari occupati e il 20% in terapia intensiva).

La Liguria ha già oltrepassato le soglie da “giallo” (30% nei reparti ordinari e 21% in terapia intensiva), così come sono vicine al passaggio in arancione la Calabria (31% e 15%) dove già alcuni comuni hanno abbandonato il giallo, le Marche (23% e 21%) e la Provincia di Trento (22% e 24%) avendo giù superato uno dei due limiti per rimanere in zona gialla dove ora si trovano 37 milioni di persone. In Valle d’Aosta l’attenzione è alta: i pazienti covid in area medica sono arrivati al 45%, più bassi quelli in area critica (al 9%).

Le terapie intensive in Italia sono occupate in media al 15%, mentre gli altri reparti lo sono al 19%. È quanto emerso dai dati dell’Agenzia nazionale sanitaria delle Regioni (Agenas).

Le regole in zona arancione

In zona gialla non ci sono molte differenze rispetto alla bianca da quando l’utilizzo delle mascherine all’aperto è stato esteso a tutto il Paese, indipendentemente dal colore della propria regione. In fascia arancione, invece, le restrizioni aumentano per chi non è vaccinato.

Chi è sprovvisto di Super Green Pass, infatti, non potrà allontanarsi dal proprio comune o dalla propria regione senza autocertificazione che giustifichi lo spostamento per motivi di lavoro, salute o necessità. Chi non ha il certificato verde rafforzato non potrà accedere nemmeno agli impianti di risalita delle piste da sci e non potrà, quindi, avere lo skipass. Non potrà andare nei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi (eccetto farmacie, alimentari, edicole, librerie e tabacchi) e non potrà nemmeno partecipare a corsi di formazione in presenza, convegni, congressi o fiere all’aperto.

Nonostante tutte le attività siano aperte, chi non è vaccinato non potrà mangiare ai tavoli di bar e ristoranti di strutture ricettive nemmeno all’aperto. Anche per praticare sport di squadra o di contatto sarà necessario avere il super green pass, così come per accedere alle piscine all’aperto e agli spogliatoi. Il certificato verde rafforzato servirà poi per discoteche, feste, matrimoni, centri benessere e termali, parchi divertimento, centri culturali, sociali e ricreativi anche se all’aperto, sale gioco e scommesse.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO
TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Incidente sulla Nomentana, l’auto con a bordo i 5 ragazzi morti “andava a 100 km all’ora”
Cronaca / “Era una provocazione”: Vittorio Feltri spiega il criticatissimo tweet su Matteo Messina Denaro
Cronaca / Salerno, bimbo di cinque mesi dimesso dall’ospedale muore poco dopo
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Incidente sulla Nomentana, l’auto con a bordo i 5 ragazzi morti “andava a 100 km all’ora”
Cronaca / “Era una provocazione”: Vittorio Feltri spiega il criticatissimo tweet su Matteo Messina Denaro
Cronaca / Salerno, bimbo di cinque mesi dimesso dall’ospedale muore poco dopo
Cronaca / Bimbi dell’asilo nido maltrattati, indagate cinque maestre e la titolare: “Sbattuti per terra per costringerli a stare seduti”
Cronaca / Neo mamma vince 100mila euro alla lotteria degli scontrini subito dopo aver partorito
Cronaca / “Perché proprio io?”: il risveglio del ragazzo sopravvissuto all’incidente sulla Nomentana
Cronaca / Ratzinger, la lettera al suo biografo: “Nel 2013 mi sono dimesso per colpa dell’insonnia”
Cronaca / Le immagini esclusive del luogo dove è morto Stefano Sparti: ecco quello che non torna sul suo suicidio
Cronaca / Mutolo sull’arresto di Matteo Messina Denaro: “Una messa in scena, la trattativa tra Stato e mafia c’è sempre stata”
Cronaca / “Siamo sicuri che Messina Denaro sia un assassino?”: bufera su un tweet di Vittorio Feltri