Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:52
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

“Io non mi vaccino, il siero della Pfizer riduce di poco il rischio di ammalarsi”: il post del professore di infermieristica all’università di Firenze

Immagine di copertina

“Io non mi vaccino”: il post del professore universitario di infermieristica contro il siero anti-Covid

“Io non mi vaccino”: con queste parole pubblicate sul suo profilo Facebook, Filippo Festini, professore universitario di infermieristica, si scaglia contro il siero anti-Covid.

Festini, associato dell’Università di Firenze, esprime la sua contrarietà al siero prodotto dalla Pfizer, somministrato per la prima volta in Europa nella giornata di domenica 27 dicembre, spiegando che il “vaccino che vi state per somministrare secondo il produttore riduce il rischio di contrarre il Covid dello 0,87%, cioè di meno dell’1%”.

Il docente, poi, propone un’analisi dei dati della sperimentazione della Pfizer. Festini, infatti, ricorda che i trial sono stati condotti su due gruppi di studio di poco più di 18mila persone. A un gruppo è stato dato il vaccino, all’altro un placebo.

Nel gruppo vaccinato si sono ammalate di Covid solamente 8 persone, nell’altro 162. Secondo i dati, due dosi del vaccino anti-Covid somministrate a 21 giorni l’una dall’altra possono evitare al 95% delle persone di sviluppare la malattia. Questa percentuale viene ricavata dalla differenza tra i 162 del gruppo di circa 18mila che ha ricevuto il placebo e gli 8 casi che si sono avuti nei 18mila che hanno ricevuto il vaccino.

Secondo Festini, invece, i numeri sono diversi. Nel suo post, infatti, il docente sottolinea che il “vaccino ha protetto il 99,95% ((17.411-8)/17.411) di quelli a cui è stato somministrato, ma è pur vero che il ‘finto vaccino’ ha protetto il 99,07% ((17.511-162)/17.511) di quelli a cui è stato somministrato e che è del tutto gratuito”.

“Ma allora perché dicono che il vaccino Pfizer ha una efficacia del 95% ovvero che riduce il rischio di Covid del 95% ? – scrive ancora Festini – Perché effettivamente 0,879 è il 95% di 0,925. Una sfumatura semantica…che però fa credere ai non addetti ai lavori che la riduzione del rischio sia enorme, ma che enorme è solo in senso relativo (infatti in statistica si chiama “riduzione relativa del rischio”)”.

La differenze nei numeri, però, sta nel fatto che il professor Festini divide il numero dei casi di infezione per il totale delle persone che hanno fatto parte ai due gruppi di studio. Un conto errato dal momento che l’efficacia di un rimedio, qualsiasi esso sia, si calcola su coloro che hanno contratto la malattia e non sul totale di coloro che partecipano ai test.

Leggi anche: 1. Le dosi, le date e le categorie interessate: ecco il piano del Ministero della Salute per i vaccini anti-Covid / 2. L’annuncio del ministro Speranza: “Entro fine marzo 13 milioni di vaccinati” / 3. La campagna per il vaccino: un grande reality show, ma poca sostanza (di Selvaggia Lucarelli)

4. Covid, dal 28 dicembre l’Italia diventa “arancione”: come cambiano le regole e cosa si può fare / 5. Crisanti scioglie ogni dubbio: “Mi vaccinerò contro il Covid, i dati sono affidabili” / 6. Cinema, palestre, centri estetici: Governo pronto a bloccare le riaperture previste per gennaio

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI
Ti potrebbe interessare
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Cronaca / Bambino morto all’asilo, la proprietaria dell’auto: “Sono sicura di aver inserito la marcia, il freno a mano non ricordo”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Cronaca / Bambino morto all’asilo, la proprietaria dell’auto: “Sono sicura di aver inserito la marcia, il freno a mano non ricordo”
Cronaca / Identificato allo Spallanzani di Roma il primo caso in Italia di vaiolo delle scimmie
Cronaca / I buchi nelle indagini sulla strage di Capaci: quelle tracce mai seguite
Cronaca / Rimorchiatore affonda al largo di Bari, 5 morti: “Capitano trovato vivo su una zattera”
Cronaca / Il pm Tescaroli a TPI: “Sulla strage di Capaci presunti interessi esterni a Cosa nostra”
Cronaca / Falcone e quelle indagini naufragate su Mattarella e Gladio
Cronaca / ESCLUSIVO TPI: Falcone spiato da apparati dello Stato durante l’interrogatorio (finora ignoto) a Licio Gelli
Cronaca / Tragedia asilo l’Aquila, il giallo del freno a mano: cosa sappiamo