Covid ultime 24h
casi +20.648
deceduti +541
tamponi +176.934
terapie intensive -9

Coronavirus, torna l’incubo nelle Rsa: al Pio Albergo Trivulzio di Milano positivi 14 ospiti e 5 dipendenti. “Sospesi ricoveri in alcuni reparti”

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 22 Ott. 2020 alle 16:02
4
Immagine di copertina

Coronavirus: al Pio Albergo Trivulzio positivi 14 ospiti e 5 dipendenti

Torna l’incubo Coronavirus nelle Rsa: al Pio Albergo Trivulzio di Milano, infatti, sono risultati positivi al Covid 14 ospiti e 5 dipendenti tra terapisti, infermieri, amministratori e operatori del poliambulatorio. È quanto si legge nel bollettino medico della settimana dal 12 al 16 ottobre pubblicato sul sito del Pat. Secondo quanto riferito, 4 dei 14 ospiti contagiati provenivano da ospedali. Tutti i positivi sono stati trasferiti in strutture ospedaliere per le cure.

L’istituto, inoltre, comunica anche che a causa dell’aumento dei casi di Coronavirus nella città di Milano “i ricoveri in cure intermedie sono temporaneamente sospesi sino al 25 ottobre e le palestre nelle sezioni di degenza sono temporaneamente chiuse”. Il Pio Albergo Trivulzio, il polo geriatrico più importante d’Italia, nella prima ondata di Coronavirus in Italia è stata una della Rsa più colpite dal virus con centinaia di pazienti contagiati e numerosi morti sospette, che hanno anche provocato l’apertura di un’inchiesta per epidemia e omicidio colposi da parte della magistratura.

Leggi anche: 1. Il portavoce delle vittime del Trivulzio a TPI: “Aiutateci, vogliamo la verità sui contagi e i morti nella RSA” / 2. Pregliasco a TPI: “Il Covid-19 ci ha spiazzati, ma al Pio Albergo Trivulzio si è fatto tutto il possibile” / 3. Pio Albergo Trivulzio, denunciata un’altra morte sospetta. Il Comitato delle vittime: “Il Prefetto sblocchi le visite”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

4
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.