Covid ultime 24h
casi +18.916
deceduti +280
tamponi +323.047
terapie intensive +22

Coronavirus, cena di negazionisti in un ristorante di Roma: denunciate 30 persone

Di Marco Nepi
Pubblicato il 18 Feb. 2021 alle 21:17 Aggiornato il 18 Feb. 2021 alle 21:20
1.1k
Immagine di copertina

Coronavirus, cena di negazionisti in un ristorante di Roma: denunciate 30 persone

Nella serata di ieri alcuni esponenti riconducibili ai movimenti negazionisti hanno partecipato ad una cena presso il ristorante l'”Habituè”, a Roma. Un locale che ha deciso di aprire i battenti in barba alle norme anti-Covid anche durante lo scorso fine settimana, come si evince da un video condiviso sulla pagina Facebook del ristorante.

La presenza degli ospiti all’interno del locale è stata documentata dal personale della Polizia Scientifica, intervenuta a seguito di una segnalazione. Dopo la cena, cinque partecipanti si sono trasferiti in Piazza Campo de’ Fiori per dar luogo ad una iniziativa estemporanea di protesta, incontrandosi con altri sodali. Sul posto hanno esposto una bandiera bianca riportante la scritta “Movimento Roosevelt“.

Lo stesso movimento aveva promosso l’iniziativa sul web richiamando i sostenitori ad una “disobbedienza civile contro il coprifuoco e gli altri provvedimenti assurdi lasciati in eredità dal passato governo” indicando la serata di ieri per l’iniziativa. La polizia ha identificato i presenti nei confronti dei quali è stata notificata la sanzione prevista dalla normativa vigente in tema di contrasto alla diffusione del Covid -19.

I ribelli saranno anche denunciati per la violazione dell’art. 18 del Tulps (mancato preavviso della riunione/manifestazione). E intanto proseguono gli accertamenti a cura della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale sui profili di responsabilità per le violazioni commesse dal titolare del ristorante.

Il video di una cena pubblicato il 15 febbraio da una delle partecipanti e condiviso sulla pagina del ristorante il 18 febbraio 

#ioapro…. Ci vediamo il prossimo weekend!

Pubblicato da Habitué su Lunedì 18 gennaio 2021

Leggi anche: 1. L’improvvisa e insopportabile campagna contro gli scienziati “gufi” (di Selvaggia Lucarelli) / 2. La scienza in tempo di pandemia è anche politica, ma Ricciardi sembra ignorarlo (di Luca Serafini)

1.1k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.