Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 20:12
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Coronavirus, il medico di Bergamo: “State a casa, siamo già costretti a scegliere chi curare e chi no. Come in guerra”

Immagine di copertina
Verso la terapia intensiva Credits: Ansa

"Si decide in base all’età e alle condizioni di salute. Alcuni di noi, primari o ragazzini, ne escono stritolati... State a casa. Vedo troppa gente per strada"

Coronavirus Bergamo, i medici devono scegliere chi curare

“Si decide per età, e per condizioni di salute. Come in tutte le situazioni di guerra. Non lo dico io, ma i manuali sui quali abbiamo studiato”. L’affermazione del dottor Christian Salaroli, dirigente medico, anestesista e rianimatore dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, non è facile da digerire. In pratica, non tutti i pazienti possono essere curati a causa dell’alto afflusso di contagiati (Qui tutti gli aggiornamenti sul Coronavirus in Italia).

Con le terapie intensive degli ospedali del Nord Italia intasate, i medici hanno iniziato a mettere in pratica il Pemaf, ovvero Piano di emergenza per il maxi-afflusso. “È qui che viene fatto il triage, ovvero la scelta su chi curare e chi no”, spiega Salaroli. All’interno del Pronto soccorso di Bergamo è stato aperto uno stanzone con venti posti letto, che viene utilizzato solo per eventi di massa. “In quei letti vengono ammessi solo donne e uomini con la polmonite da Covid-19, affetti da insufficienza respiratoria. Gli altri, a casa”, racconta il dirigente.

Poi Salaroli spiega come funzionano le cure per i contagiati: “Li mettiamo in ventilazione non invasiva, che si chiama Niv. Il primo passo è quello. Poi al mattino presto, con i curanti del Pronto soccorso, passa il rianimatore. Il suo parere è molto importante. Oltre all’età e al quadro generale, il terzo elemento è la capacità del paziente di guarire da un intervento rianimatorio“.

Leggi anche:

1. Coronavirus Italia, se non ci fosse la sanità privata il sistema collasserebbe: questi dati lo dimostrano / 2. Il coronavirus affossa il turismo in Italia: una botta che ci farà perdere 7 miliardi di Pil

3. Coronavirus Italia, i sindaci leghisti irresponsabili che se ne fregano delle misure anti-contagio / 4. “Coronavirus, il tempo sta per scadere: ecco qual è la vera emergenza secondo i dati”

5.  Il testo integrale del decreto che “chiude” la Lombardia e altre 14 province /  6. Coronavirus, farmacisti italiani senza mascherine ad alto rischio contagio: l’Esercito potrebbe produrle “ma il Ministero non ce l’ha mai chiesto”

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 1.597 casi e 44 morti: tasso di positività allo 0,7%
Cronaca / Inchiesta mascherine, l'ex commissario all'emergenza Covid Arcuri indagato per abuso d’ufficio e peculato
Cronaca / Come può cambiare il virus nei prossimi mesi: ecco tutte le variabili
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 1.597 casi e 44 morti: tasso di positività allo 0,7%
Cronaca / Inchiesta mascherine, l'ex commissario all'emergenza Covid Arcuri indagato per abuso d’ufficio e peculato
Cronaca / Come può cambiare il virus nei prossimi mesi: ecco tutte le variabili
Cronaca / Sgomberati dalla Regione Lazio, i no green pass Barillari e Cunial chiedono asilo politico alla Svezia
Cronaca / Trieste: la polizia sgombera il varco 4 del porto, occupato dai manifestanti no green pass
Cronaca / Antonio, Giampiero e Nicolas: chi sono i tre ballerini morti in un incidente in Arabia Saudita
Cronaca / Alla chiusura dei seggi ieri aveva votato solo il 33,32% degli aventi diritto
Cronaca / Covid, oggi 2.437 casi e 24 morti: tasso di positività allo 0,6%
Cronaca / Tragedia nel bresciano: 15enne uccisa da un colpo di fucile sparato per sbaglio dal fratello di 13 anni
Cronaca / Trieste: si dimette Puzzer, leader dei portuali che contestano il Green pass. “Lascio ma la protesta continua”