Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 22:28
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Quando il consigliere comunale di CasaPound arrestato per stupro pubblicava manifesti fascisti contro i “neri violentatori”

Immagine di copertina
Il post su Instagram di Chiricozzi

Era il 25 ottobre del 2018 quando Francesco Chiricozzi [qui il suo profilo] il consigliere comunale di CasaPound di Vallerano, nel Viterbese, arrestato per stupro e lesioni sessuali, pubblicava su Instagram il manifesto fascista dell’illustratore Gino Boccasile che recitava: “Difendila! Potrebbe essere tua madre, tua moglie, tua sorella, tua figlia”. [Qui la ricostruzione completa della vicenda] 

Accanto all’immagine, l’ormai ex consigliere di estrema destra scriveva: “La prossima Pamela, la prossima Desirèe potrebbe essere tua figlia, tua moglie o tua sorella. SVEGLIA”. Il riferimento di Chiricozzi era all’omicidio della giovane Pamela Mastropietro, della cui morte è stato accusato il nigeriano Innocent Oseghale.

Il manifesto pubblicato da Chiricozzi risale al Ventennio fascista e ritrae una donna bianca violentata da un uomo nero. Tra i commenti comparsi sotto al post di Chiricozzi, se ne legge uno suo scritto proprio dall’esponente di CasaPound: “Perciò seguendo una linea logica… lo straniero stupra, violenta di più rispetto all’italiano. Poi pensa che cazzo te pare”.

Il commento dell’ex consigliere di CasaPound

La “logica” di cui parla l’esponente di estrema destra si frantuma sotto i fatti di cronaca in cui è coinvolto in prima persona. Chiricozzi è accusato, insieme a un altro esponente di CasaPound, di aver “indotto una cittadina italiana alla ripetuta assunzione di sostanze alcoliche”. Quando la donna si è difesa dai tentativi di approcci sessuali dei due, loro l’avrebbero presa a pugni per poi violentarla quando versava in uno stato di incoscienza.

Sotto al post di ottobre scorso, si moltiplicano oggi i commenti contro Chiricozzi e quanto scriveva allora. “Che coerenza”, scrivono in molti. “Com’era? Violentano le nostre donne…”, si legge in un altro commento. “Invece tu che sei bianco sei libero di violentare?”, domanda un altro utente.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Da giugno 6 regioni saranno in zona bianca
Cronaca / Covid, 3.455 casi e 140 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Coprifuoco alle 23 da domani, abolito dal 21 giugno: approvato il decreto sulle riaperture
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Da giugno 6 regioni saranno in zona bianca
Cronaca / Covid, 3.455 casi e 140 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Coprifuoco alle 23 da domani, abolito dal 21 giugno: approvato il decreto sulle riaperture
Costume / Perde il lavoro per il Covid, l’italiano Khaby diventa tiktoker e supera i follower di Zuckerberg
Cronaca / Parla la lavoratrice in nero del caso Angelini: "Bob mi ha messo alla gogna ma io non farò lo stesso con lui"
Cronaca / Urbano Cairo insulta la sindaca di Torino: "Appendino? Una deficiente"
Cronaca / Sgarbi contro il bacio saffico nello spot Dietorelle: “Pubblicità oscena”
Cronaca / "Hanno bloccato Reithera ma così l'Italia sarà sotto schiaffo di Big Pharma"
Cronaca / La Chiesa apre al Ddl Zan: “Ok alla proposta di legge, ma deve essere più chiara”
Cronaca / Roma, 31enne precipita da un ponte del Tevere mentre si fa un selfie: è grave