La bufala del padre di Carola Rackete che traffica armi in Africa

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 29 Giu. 2019 alle 13:58 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:32
0
Immagine di copertina
Carola Rackete con la sua famiglia

La bufala sul padre di Carola Rackete

Carola Rackete (qui chi è) è senza dubbio alcuno il personaggio del momento. La capitana della Sea Watch è diventata allo stesso tempo punto di riferimento per alcuni e bersaglio per altri. Tanti sono andati a scavare nel suo passato per trovare scheletri nell’armadio da usare come arma contro quella donna tedesca che, a 31 anni, tiene in scacco un paese.

“Crucca, ti devono violentare ‘sti negri”: gli insulti shock a Carola Rackete sulla pagina della Lega di Lampedusa

Ha osato sfidare il ministro dell’Interno Matteo Salvini decidendo di forzare il blocco ed entrare in acque territoriali italiane e da quel momento è stata ricoperta di insulti e odio, soprattutto sul web. E gli attacchi passano anche dalle fake news che sono state diffuse sul suo conto, per alimentare l’odio nei suoi confronti.

La bufala sul padre di Carola Rackete | Trafficante d’armi

E così l’ultima bufala sulla vita della capitana della Sea Watch riguarda suo padre. Ekkehart Rackete, secondo alcune voci circolate insistentemente sul web nelle ultime ore, sarebbe un “trafficante di armi che fa affari con i paesi africani”. Questo, per chi ha messo in giro questa falsità, giustificherebbe in qualche modo il fatto che la figlia salvi vite che arrivano proprio dal continente africano.

Carola Rackete arrestata: cosa rischia la capitana della Sea Watch

La notizia è stata prontamente smontata dal sito Bufale.net, che ci ha messo poco a svelare la verità: Ekkehart Rackete, infatti, è un consulente della Mehler Engineered Defence GmbH, una azienda tedesca che si occupa di sistemi difensivi militari e civili. Prima di lavorare qui, il papà della comandante della Sea Watch ha fatto la carriera militare.

La bufala sul padre di Carola Rackete | Solo un consulente

Come si legge su Bufale.net, il lavoro del padre di Carola Rackete è stato praticamente travisato a tal punto da diventare traffico di armi: in alcuni post si legge che Ekkehart Rackete sarebbe un “esperto di sistemi militari, da 7 anni consulente ben pagato della Mehler Engineered Defence GmbH, azienda che vende in tutto il mondo (molto probabilmente anche in Africa) strumenti per la difesa (e l’attacco)”.

Bufale.net suggerisce visitare il sito ufficiale della Mehler Engineered Defence GmbH per scoprire che “il suo business si concentri susistemi molto moderni e complessi, legati alla sicurezza militare (anche civile a dirla tutta), in netta antitesi con gli standard utilizzati dagli Stati e le milizie africane”. In realtà, dunque, il papà di Carola è solo un consulente. Niente a che vedere con le voci messe in giro dagli odiatori seriali del web.

Fusaro attacca la capitana Rackete: “La figlia di papà coi rasta che si finge ribelle”

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.