Covid ultime 24h
casi +22.865
deceduti +339
tamponi +339.635
terapie intensive +64

Carcere di San Gimignano, 10 agenti di polizia penitenziaria condannati per tortura e lesioni aggravate

Di Anna Ditta
Pubblicato il 18 Feb. 2021 alle 09:56
276
Immagine di copertina

Dieci agenti della polizia penitenziaria del carcere di San Gimignano (Siena) sono stati condannati per tortura e lesioni aggravate per il pestaggio di un detenuto avvenuti durante un trasferimento coatto di cella avvenuto a ottobre 2018.

Le pene vanno da 2 anni e 3 mesi a 2 anni e 8 mesi. A stabilirlo è stata la sentenza del gup di Siena Jacopo Rocchi dopo quasi 3 ore di camera di consiglio. Il pm Valentina Magnini aveva chiesto condanne a 3 anni per 8 agenti, 2 per un altro e 22 mesi per il decimo imputato.

I 10 agenti, con i legali Manfredi Biotti e Stefano Cipriani, avevano scelto la strada del rito abbreviato. Altri 5 agenti saranno in dibattimento nel processo il prossimo 18 maggio.

La vittima riceverà 80mila euro di risarcimento. L’associazione L’Altro Diritto, che ha seguito da subito la vicenda, in qualità di garante comunale per i diritti delle persone in detenzione riceverà cinquemila euro.

Leggi anche: 1. Carcere di Viterbo, il Comitato anti-tortura del Consiglio d’Europa conferma la denuncia di TPI: “Maltrattamenti sui detenuti da parte di una squadretta di agenti” /2. ESCLUSIVA TPI – Detenuto nel carcere di Viterbo, idoneo all’isolamento: si impicca in cella. Lo strano certificato medico di Hassan /3. ESCLUSIVO TPI – “Tu qui muori!”: le lettere dei detenuti pestati dentro il carcere di Viterbo /4. Pestaggi e suicidi nel carcere di Viterbo: dopo l’inchiesta di TPI i cittadini scendono in piazza

276
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.