Coronavirus, i fondi per i comuni: dai 15 milioni a Roma ai 600 euro a micro-Comuni

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 31 Mar. 2020 alle 13:13 Aggiornato il 31 Mar. 2020 alle 13:56
0
Immagine di copertina
La sindaca di Torino, Chiara Appendino, osserva un minuto di silenzio davanti alle bandiere del comune a mezz'asta per ricordare le vittime del coronavirus. (Credit: Ansa / Alessandro Di Marco)

Coronavirus, i fondi per i comuni per buoni spesa

Il Governo ha stanziato 400 milioni di euro per i Comuni italiani con i quali i sindaci potranno fronteggiare l’emergenza Coronavirus distribuendo buoni spesa o generi alimentari e di prima necessità a chi ne abbia bisogno. Ma come sono stati suddivisi? Quindici milioni vanno a Roma, 7,6 a Napoli, 7,2 a Milano, 5,1 milioni a Palermo, 4,6 a Torino, 3 milioni a Genova e così via fino ai micro-stanziamenti da 600 euro a testa per una quarantina di piccolissimi Comuni.

QUI L’ORDINANZA COMPLETA CON LE SUDDIVISIONI COMUNE PER COMUNE

Regioni

Su base regionale è la Lombardia a ricevere la quota maggiore di risorse per l’emergenza Coronavirus: 55 milioni; alla Campania 50 milioni; alla Sicilia 43,4 milioni; al Lazio 36 milioni; alla Puglia 33,1 milioni; al Veneto 27,4 milioni; all’Emilia Romagna 24,2 milioni; al Piemonte 24 milioni; alla Toscana 21,4 milioni; alla Calabria 17,2 milioni; alla Sardegna 12,6 milioni; alle Marche 9,4 milioni; alla Liguria 8,7 milioni. Perché Campania e Sicilia, pur avendo un numero inferiore di abitanti, ricevono più soldi rispetto al Lazio? La risposta è da ritrovare nel bilanciamento tra reddito pro capite e numero di abitanti.

Capoluoghi

Tra i capoluoghi, Bari potrà distribuire 1,9 milioni, Firenze 2 milioni, Reggio Calabria 1,3 milioni, Venezia 1,3 milioni, Catanzaro 622 mila euro, Caserta 445 mila euro, Foggia 1,1 milioni, Lecce 566 mila euro, Piacenza 548 mila euro, Nuoro 230 mila euro, Cagliari 814 mila euro, Pesaro 503 mila euro, Potenza 398 mila, Matera 394 mila, Isernia 148 mila, Campobasso 303 mila. A Bergamo andranno 642 mila euro.

Coronavirus, fondi per Comuni

Il Comune di Vo’, primo focolaio dell’epidemia di Coronavirus in Italia, potrà aiutare i propri cittadini con 42 mila euro, Codogno con 169 mila euro. Alzano Lombardo, città che aveva chiesto di essere inclusa nella zona rossa, avrà 72 mila euro. A Fondi e Nerola, le cittadine più colpite nel Lazio, 357 mila e 13 mila euro ciascuna. Al Comune più piccolo d’Italia, Morterone, in provincia di Lecco, (33 abitanti) 600 euro.

QUI L’ORDINANZA COMPLETA CON TUTTI I COMUNI

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.