Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:52
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Brindisi, uccide l’ex compagna a colpi di fucile e si suicida

Immagine di copertina

Tragedia a Brindisi, dove una donna di 47 anni, Giuseppina Fumarola, è stata uccisa a colpi di pistola questa mattina, 1 settembre, a Villa Castelli dal suo ex compagno 52enne, Vito Sussa. L’uomo poi si è suicidato impiccandosi nella propria abitazione. Secondo le prime ricostruzioni, appena la donna è scesa dall’auto per entrare nella sartoria in cui era impiegata, intorno alle 7, Sussa le avrebbe sparato due colpi di fucile all’altezza del petto. L’omicida viveva a pochi metri dal luogo di lavoro della donna e le telecamere di videosorveglianza, acquisite dai carabinieri, avrebbero ripreso l’agguato. Purtroppo per Giuseppina non c’è stato nulla da fare. Il 52enne, muratore appassionato di caccia, ha poi raggiunto la sua abitazione e si è impiccato.

Dalle prime indagini degli inquirenti, pare che il fucile era regolarmente detenuto. L’uomo non avrebbe accettato la fine della loro relazione. Non risultano denunce. A casa di Sussa sarebbero stati ritrovati e sequestrati tre fucili e una pistola. La donna aveva due figli, nati da una precedente storia. Sul luogo dell’omicidio sono intervenuti i carabinieri e la polizia locale di Villa Castelli, coordinati dalla pm della procura di Brindisi, Paola Palumbo. Alcune colleghe della vittima hanno accusato un malore dopo la scoperta dell’omicidio.

“Come genitore sono arrabbiato e sconvolto, non si possono sentire queste notizie. Tutta la comunità di Villa Castelli è sconvolta per quello che è successo”, ha detto il sindaco di Villa Castelli, Giovanni Barletta. “Ci eravamo incontrati credo non più tardi di tre-quattro giorni fa, in occasione di una evento musicale in paese. Qui ci conosciamo tutti, siamo poco più di 9mila abitanti”, ha aggiunto. “In questo momento voglio esprimere la vicinanza, la mia personale, e quella di tutto il comune ai due figli e alla famiglia della donna. E allo stesso tempo voglio lanciare un appello alla riflessione: occorre lavorare quotidianamente sui rapporti umani e in modo particolare sul rispetto delle donne”, ha detto il primo cittadino. “Non sono sufficienti le giornate come quella dell’8 marzo. Occorre uno sforzo di tutti. Non è possibile che continuino ad accadere tragedie come quella di oggi”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vercelli, drogano la figlia di 13 anni e la costringono a prostituirsi
Cronaca / Caro bollette: gli hotel fanno prezzi folli ma non è solo colpa del gas
Cronaca / Bonus 200 euro per autonomi, da domani via alle domande
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vercelli, drogano la figlia di 13 anni e la costringono a prostituirsi
Cronaca / Caro bollette: gli hotel fanno prezzi folli ma non è solo colpa del gas
Cronaca / Bonus 200 euro per autonomi, da domani via alle domande
Cronaca / Roma, giovane straniero linciato dalla folla: “Si è denudato di fronte a una minore”
Cronaca / “Torneremo a girare in vespa e a tirar baci”: l’addio del papà al piccolo Mattia
Cronaca / Rovigo, fa sesso con l’amica svenuta e l’abbandona sul ciglio della strada: 27enne condannato
Cronaca / Bologna, caro bollette e affitti pazzi: “Così noi studenti rischiamo di non poterci laureare”
Cronaca / “Non voglio un figlio malformato, è mio diritto abortire e non seppellirlo”: la seconda parte dell’inchiesta sull’aborto
Cronaca / Mercalli a TPI: “Marche? Era impossibile prevedere”
Cronaca / Saman Abbas, il racconto del cugino indagato: “Uccisa con una corda e gettata nel Po”